Francesco Tavano adora l’Empoli: due gemme del casertano affondano il Brescia

In coppia con Saponara sta riportando la squadra empolese ai fasti di un tempo



Francesco Tavano dell'Empoli
Francesco Tavano dell’Empoli

L’Empoli vola grazie alle gesta di Francesco Tavano. A pochi giorni dal suo trentaquattresimo compleanno, il peperino casertano ha confezionato un regalo di immenso valore sia per sé sia per la società toscana allenata dal tecnico Maurizio Sarri. Nel match giocato al “Mario Rigamonti”di Brescia nel turno infrasettimanale della ventottesima giornata , l’atleta di Santa Maria Capua Vetere ha realizzato due reti di pregevole fattura ed ha contribuito alla netta vittoria degli empolesi sui padroni di casa con il punteggio di 0-3. In seguito all’iniziale vantaggio al 4° di Riccardo Saponara, nuova promessa del calcio italiano già opzionato dal Milan, l’incontro si è fatto in discesa per l’Empoli che poi ha messo il risultato in cassaforte con la splendida doppietta del talento nato a Santa Maria Capua Vetere ma vissuto da bambino a Macerata Campania. La genialità di Francesco Tavano è scesa in campo al 16° del primo tempo, quando ha ricevuto palla dalla fascia sinistra, si è accentrato con una dei suoi movimento classici e, dopo aver dribblato due avversari, ha indirizzato la sfera nell’angolino alla sinistra del portiere avversario Arcari. Ma il suo estro non si è frenato lì. Ad appena trenta secondi dal ritorno sul terreno di gioco, Francesco Tavano è stato lesto ad approfittare di un’indecisione della retroguardia avversaria e ha insaccato la palla per la seconda volta nel match. Zittito dal triplo svantaggio, il Brescia del presidente Corioni non è riuscito ad eseguire la benchè minima replica, abdicando tra le mura amiche. Con questi tre punti l’Empoli si conferma al 5° posto in classifica a quota 43 punti, preceduta di sole tre lunghezze dalla quarta della classe Varese. Una risalita, quella biancoazzurra, imperniata sull’ingenuità di Saponara e sulla magia di Tavano, una coppia goal da sogno del campionato cadetto. Non v’è nulla da fare: quando Ciccio gioca con la maglia dell’Empoli, squadra che lo ha lanciato nel calcio che conta, egli gioca con tutt’altra personalità e le 13 reti fin qui realizzate sono l’emblema del momento positivo dell’atleta casertano, partito in ritardo in questa stagione per alcuni guai muscolari. Ora il suo obiettivo è quello di eguagliare la soglia dei 19 goal una cifra che egli ha confezionato in ben tre stagioni con la casacca empolese: nel 2004-2005, nel 2005-2006 e lo scorso anno. Un bel numero di goal che egli è riuscito a superare solo nel 2008-2009, quando concretizzò ben 24 goal con la casacca amaranto del  Livorno (ex squadra cui peraltro ha siglato il goal decisivo nel derby toscano di dieci giorni fa). Per festeggiare al meglio il suo compleanno, ora il talento di S. Maria Capua Vetere non vuole fermarsi ed ha messo nel mirino il Varese, contro cui giocherà dopodomani, sabato 2 marzo, giorno in cui spegnerà le trentaquattro candeline. Con la speranza di regalare all’Empoli l’ennesima gemma di una carriera di grande spessore.