Inizio anno incoraggiante per l’Onda Nuoto

I ragazzi dell'Onda Nuoto
I ragazzi dell’Onda Nuoto

E’ iniziato bene il nuovo anno per l’Onda Nuoto, l’associazione che ragruppa giovani nuotatori di Terra di Lavoro e che partecipa al “1° Trofeo Regionale IRON UISP 2013”. La prima giornata di gare è stata ospitata allo Stadio del Nuoto di Caserta, 27 le società partecipanti, per un totale di 570 atleti iscritti di cui 501 in gara. Oltre mille le iscrizioni per le gare in programma. La società casertana Onda Nuoto del presidente Francesco Provasi si è classificata al secondo posto della classifica provvisoria con 52.025,21 punti conquistati dai 41 atleti mandati in vasca nelle varie competizioni singole ed a staffetta.

Primo posto per Danilo Pancaldi nei 50 farfalla U20, Daniele Di Chiara nei 50 farfalla M30, Alessio Pancaldi nei 50 dorso M20, Alfonso Starace nei 50 dorso M35, primo e secondo posto rispettivamente per Alessio Pancaldi e Antonio Pirozzi nei 50 stile M20; primo posto per Wolfango Provasi nei 50 stile M35 e terzo posto per Francesco Provasi,  primo posto per Bruno Rubino nei 50 stile M55; primo posto per Francesco Vegnente nei 50 rana M50 e Bruno Rubino nella categoria M55. In campo femminile primo posto per Francesca Oliviero nei 50 rana U20 e  Giovanna Valentino nei rana 50 M20.

Accanto ai primi posti ottenuti, ottimi i piazzamenti degli altri atleti della Onda Nuoto nelle altre competizioni previste. Buone le prove di Raffaele Zarrillo, Ferdinando Santarpia, Stefano Laperchia, Giuseppe Di Chiara, Stefania Sasto, Alessandra Pascarella, Anna Pinto, Mariateresa Efaicchio, Alessandro Orabona, Alessandro Oliviero, Giullermo Ferrajolo,  Alfonso Pascarella, Nicola Armenia, Luigia Valentino,  Michele Ferraro, Vincenzo Vendemia,  Piero Rombiolo, Daniele Di Chiara, Alessandro Orlando,  Gaetano Ferrante,  Nadia Piscitelli, Anna Pinto, Beniamino Lazzerotti,  Andrea Imondi, Gianluca Iannucci, Ferdinando Santarpia, Raffaele Zarrillo, Francesco Crocetta, Giuseppe Sorbo, Tommaso Borgia, Francesco Vegnente e Piero Rubino, che con i loro piazzamenti hanno consentito alla classifica di squadra di crescere e chiudere al secondo posto la graduatoria della prima prova.