Tricolori skeet: Cainero e Sablone tra i big, Cassandro tra i giovani

Tammaro Cassandro

L’assegnazione dei titoli tricolori individuali di tiro a volo skeet sul poligono “Falco” di Sant’Angelo in Formis ha in pratica chiuso la stagione agonistica 2012, caratterizzata dai Giochi Olimpici di Londra. L’oro di Pechino, la friulana Chiara Cainero (Gruppo Sportivo Forestale) tra le donne,  e il romano Marco Sablone (Gruppo Sportivo Fiamme Oro) tra gli uomini, recente vincitore del campionato mondiale universitario, hanno prevalso nelle rispettive categorie di eccellenza, precedendo, la prima le due portacolori del Gruppo Sportivo Esercito Diana Bacosi e Simona Scocchetti, e il secondo gli azzurri Luigi Agostino Lodde  e Valerio Luchini, ambedue del Gruppo Sportivo Carabinieri. Nella classifica maschile al quarto posto il toscano Riccardo Filippelli, seguito dal casertano Ennio Falco (Gruppo Sportivo Forestale), che ha preceduto il compagno di colori Christian Eleuteri di Latina e l’altro casertano Giancarlo Tazza. Il settore giovanile è stato dominato dalle promesse -ormai certezze- del Gruppo Sportivo Falco, affidate al tecnico Giampiero Malasomma: il tricolore è stato vinto da Tammaro Cassandro (Gruppo Sportivo Forestale), nipote del padrone di casa Ennio Falco, che ha preceduto il pistoiese Gabriele Rossetti e il romano Vincenzo Grizi, pure tesserato per il Gs Falco, che ha piazzato al quinto posto un altro prodotto del vivaio, Domenico Simeone di Piedimonte Matese. Nelle altre categorie il toscano Fabrizio Nascetti ha vinto il titolo nella “prima”, precedendo Mazzoleni e Pastacaldi; il romano Umberto Frontoni ha avuto ragione del casertano Antonio Iovine (GS Falco) e del bresciano Luciano Dalla Pria nella “seconda”; infine nella “terza” trionfo dei padroni di casa con Marco D’Amico di Curti in testa, seguito da Marco Abatiello di Durazzano, ambedue del Gruppo Sportivo Falco, al terzo posto Elia Sdruccioli di Fano. Alla cerimonia di premiazione hanno presenziato il consigliere federale della Fitav, Fiorenzo De Rosa con il ct della nazionale Francesco Fazi e il presidente regionale Francesco Cembalo, e il presidente del Coni provinciale di Caserta Michele De Simone, che ha rivolto un significativo indirizzo di saluto ai 120 partecipanti giunti da tutta Italia, i cui risultati (ben 41 i 25 centrati nelle serie finali) rappresentano indubbiamente un dato difficilmente ripetibile, a conferma dell’efficienza degli impianti e della perfetta organizzazione.