Altro stop per il Setterosa, vince la Russia



 

Simona Abbate

Dopo la sconfitta contro l’Australia ci si aspettava una grande partita dal Setterosa nel torneo di pallanuoto femminile e invece contro la Russia stentano le ragazze di Fabio Conti perdendo 7-4 e concedendo almeno il terzo quarto, oltre alle 6 reti in parità numerica (un’enormità per una gara di altissimo livello). Partenza tutt’altro che malvagia per le azzurre che però subiscono la rete nel primo quarto della Lisunova (ex Pantulina) su un assist della Ivanova. Nel secondo quarto si fatica ancora a trovare la via della rete, mentre la Takeeva firma il 2-0 a 6’32” sul cronometro. Giulia Rambaldi-Guidasci rompe il ghiaccio per l’1-2 e si va al cambio vasca con un risultato avaro di gol. Il Setterosa non riesce a gestire bene la difesa e nel terzo parziale ne becca 4 dalle russe, con le quali si è allenato parecchio prima dei Giochi. Lisunova, Beliaeva e Konukh portano suò 5-1 la Russia chiudendo di fatto i giochi, con Elena Gigli che limita i danni. Break di Simona Abbate a 48″ dalla sirena, ma ancora una volta le ragazze di coach Kabanov con Khokhriakova trovano la rete a 20″ dalla fine del tempo. E’ il 6-2 Russia. L’Italia nell’ultimo quarto torna in acqua motivata. Di Mario un po’ in ombra sale in cattedra e subito con una palomba riduce il gap, ma la Lisunova (forse la migliore in acqua) cala il suo tris personale sul 7-3. Di Mario poco dopo in superiorità (1/7 per le azzurre) sigla la quarta rete italiana. Sul 7-4 l’Italia si fa parare due rigori dalla reattivissima Karnaukh che sbarra la via del gol sia a Bianconi che a Di Mario. Nonostante i tanti errori il Setterosa è vivo e può sempre riaprire le partite, ma c’è bisogno di più testa (e forse anche di più fisico) in determinati frangenti delle partite. Ora c’è la Gran Bretagna, sulla carta la squadra più debole del nostro girone. Sperando che le ragazze di Conti cambino il passo in vista dei quarti di finale.



Italia-Russia 4-7

(0-1, 1-1, 1-4, 2-1)


Italia: Gigli, Abbate 1, Casanova, Radicchi, Pelle, Lapi, Di Mario 2, Bianconi, Emmolo, Rambaldi 1, Cotti, Frassinetti, Gorlero. All. Conti.
Russia: Karnaukh, Fedotova, Prokofyeva, Konukh 1, Alexandra Antonova, Belova, Lisunova 3, Khokhriakova 1, Tankeeva 1, Beliaeva 1, Ivanova, Diana Antonova, Kovtunovskaia. All. Kabanov.
Arbitri: Borrell Sanchez (Spa) e Moller (Arg).
Delegati Fina: Martin (Hun) e Shaw (Can).
Note: Nessuna uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: Italia 1/7 + due rigori falliti, Russia 1/5. Nel quarto tempo Karnaukh (R) ha parato un rigore a Bianconi a 3’48 e un altro a Di Mario a 7’12, entrambi sul 4-7. Spettatori 4000 circa