Si comincia a delinerare la A1 con le promozioni, ma qualcosa non va

La Roma Pallanuoto promossa in A1

Tutto pare ancora tacere in A1 e su eventuali ripescaggi e decisioni federali. Sull’isoletta di Ortigia in quel di Siracusa, dopo la boutade del patron Marotta non si è più saputo nulla su un eventuale rinuncia alla A1 che però nell’ambiente dicono sia sicura. Il Volturno sta ad aspettare alla finestra e si prepara a qualsiasi eventualità. Intanto proprio oggi si è definito il quadro completo delle promozioni in Serie A1 con la Roma Pallanuoto che ritorna in massima serie dopo aver battuto Prato in gara 3 per 6-5, con la sammaritana Lorena Gaudiano alla sua terza promozione consecutiva, dopo le 2 col Volturno negli anni passati. La compagine di Alessandro Usai si va ad unire al Bogliasco che ritorna in massima serie dopo un solo anno dalla retrocessione, dopo essersi sbarazzato col risultato di 2-0 nella serie dell’altra compagine romana la SIS Roma. Probabilmente la decisione in merito ai vari campionati nazionali verranno presi o dopo le Olimpiadi di Londra o da domani dopo che oggi è finito il campionato di Serie B, con l’Acquachiara che torna in A2 e la promozione dello Sporting Club Flegreo.

Elemento non confortante per un allargamento a 12 squadre della A1 o quanto meno del ripescaggio di Ortigia o Volturno che sia è dato da questo passaggio nel comunicato sulla promozione della Roma PN di pochi minuti fa: “Segue la serie A1 femminile della prossima stagione: Pro Recco campione d’Italia, RN Imperia finalista uscente e RN Bogliasco per la Liguria, Plebiscito Padova per il Veneto, Orizzonte Catania e WP Messina per la Sicilia, Fiorentina WP e Firenze PN per la Toscana, RN Bologna per l’Emilia Romagna, e Roma PN per il Lazio”.

Ora, vogliamo pensare che non ci sia ancora l’ufficialità della fusione delle due compagini fiorentine o che proprio non lo sanno gli addetti al sito della FIN, ma non è chiara (o forse lo è fin troppo) del tutto la situazione. Sulla carta è questa la Serie A1 2012-2013 e poi si andrà a discutere o i giochi sono fatti, con la A1 a 10 squadre? Si riportano le due fiorentine solo per distrazione, dato che la fusione è già stata fatta? Ortigia e Volturno saranno interpellate (al più presto) su un eventuale ripescaggio? Vedremo.

Melania Grego e Monica Canetti, un pezzo di storia del Volturno

Per quanto riguarda la storia del Volturno, invece, durante la partita delle vecchie glorie della Casertana, nella manifestazione pro terremotati dell’Emilia, presenti anche Monica Canetti, Melania Grego, vincitrici nel 1991 (anno d’oro per la provincia di Caserta) dell’ultimo scudetto del Volturno, presentate da Gloria Capoluongo. Un pezzo davvero piacevole della storia della pallanuoto sammaritana.