Volturno, domani alle 15 saluta l’A1 contro il Bologna

Il Volturno femminile darà l'arrivederci alla Serie A1 nella sfida col Bologna in casa

Ultimo atto del campionato di Serie A1 femminile di pallanuoto per quanto riguarda la regular season con un verdetto ancora da esprimere negli ultimi 32 minuti effettivi. Con le prime 4 squadre in classifica già qualificate alla final four del 18 e 19 maggio al PalaGalli di Civitavecchia, resterà soltanto da decidere la griglia e gli accoppiamenti. In coda, invece, il Volturno è, purtroppo, già retrocesso in Serie A2, mentre per la seconda squadra che retrocederà bisognerà aspettare appunto l’ultimo turno con la Rari Nantes Bologna che farà visita proprio alle sammaritane e con il derby fratricida tra Messina ed Ortigia Siracusa. Partendo dalla zona alta nella diciottesima giornata della massima serie si trovano scontri molto interessanti come Orizzonte Catania-Pro Recco con le etnee di Martina Miceli che vorranno rifarsi con la partita dell’anno sulle reccheline, dopo l’eliminazione in semifinale di Champions Cup, poi vinta proprio dalle ragazze di Riccardo Tempestini, contro il Vouliagmeni in semifinale. Il Plebiscito tenta proprio l’assalto al primo posto, dopo aver battuto la Pro Recco nell’ultimo turno nella partita col Firenze, già ampiamente salvo. La Mediterranea Imperia, invece, fresca vincitrice di Coppa Len, vuole evitare lo scontro con la prima classificata e mantenere il terzo posto. La classifica attuale per  stabilire la griglia delle semifinali è la seguente: Pro Recco 46, Plebiscito Padova 43, Imperia 38, Orizzonte Catania 36. In coda, invece, si è già detto del Volturno, a quota 7, ma con una gran voglia di regalare la prima gioia interna ai suoi tifosi, contro la Rari Nantes Bologna squadra che ha battuto tra mille polemiche il Volturno 14-12 all’andata nella gara delle mille polemiche e che ha affossato psicologicamente il team sammaritano con esposti ed accuse. Cosa che ha influito non poco sulla stagione del Volturno con la conseguenza della squalifica per 3 turni (oltre ai 3 turni inflitti dal GUN dopo la gara dell’andata) per il coach Napolitano e per 2 turni di Serena Masciandaro. Squalifiche notificate qualche ora prima della partita col Firenze, finita 17-17 (col pari acciuffati all’ultimo secondo dall’NGM) e che ha condannato le ‘spartane’ all’A2. Ma né l’ambiente, né la squadra hanno voglia di rivalsa sulle felsinee, che si giocheranno la salvezza con Messina ed Ortigia. Queste ultime hanno necessità di vincere, col Messina che si è allenato proprio a Santa Maria Capua Vetere in questo week-end, giocando 4 amichevoli con il Volturno. La classifica in basso vede lottare per evitare la retrocessione Bologna ed Ortigia a quota 11 e Messina a quota 10. “Non ci interessa favorire o sfavorire nessuno – spiega il tecnico Napolitano – perché tutte le squadre devono giocare per vincere. Noi, invece, siamo soltanto intenzionate a giocare la nostra partita ed onorare fino in fondo il campionato. Le ragazze si sono allenate bene, con un week-end molto intenso con il Messina, che ha dato segnali positivi. Daremo l’arrivederci alla A1 e ai nostri tifosi con la massima serenità”. Squalificati nel Volturno proprio il coach Napolitano e il capitano Serena Masciandaro, mentre per la francese Louise Guillet (6 reti a Firenze) si tratterà dell’ultima gara in gialloverde, dopo un anno di alti e bassi ma iniziato e finito alla grande. Per le partite ‘a rischio’ la FIN ha disposto anche la presenza di commissari di vasca ed infatti a Santa Maria sarà presente Leonardi, mentre a Messina Cocuzza. Ovviamente si tratta di prassi in questi casi, ma forse all’ombra dell’Anfiteatro il commissario sarà presente per vigilare sul comportamento dei tifosi e della società nei confronti del Bologna. Almeno, pare che sia così, altrimenti perché non ci sarà a Catania, dove si affrontano Venosan Orizzonte e GMG Pro Recco? Differenti poste in palio? Può essere. Dopo la gara con il suo Volturno che si giocherà alle 15 e sarà arbitrata da Bensaia e Riccitelli, invece, Maria Giovanna Pellegrino, partirà alla volta di Siracusa dove si svolgerà la tappa di qualificazione per la World League per il girone A Europa. Non sarà presente il Setterosa, sostituito dalla nazionale giovanile di coach Paolo Zizza. La kermesse si svolgerà dal 10 al 13 maggio con l’Italia che se la vedrà con Germania, Ungheria e Spagna.