Volturno maschile, piscina squalificata si giocherà a Bari



Il Volturno maschile in azione a Santa Maria, fino a fine anno sarà solo un ricordo

Il Volturno maschile giocherà la prossima partita interna, dopo la squalifica di 5 turni della piscina sammaritana, a Bari (alle Piscine Comunali) e proprio contro il Bari Nuoto, formazione allenata dall’ex allenatore dell’Assonuoto, Dusan Vidovic, giocheranno i gialloverdi. Una gara esterna a tutti gli effetti, dunque, per quel che resta della giovane truppa di Marco Fusco, che dovrà rinunciare fino al 30 settembre a Forcelli, Esposito, Di Martino e Cozzuto per la maxi squalifica comminatagli dal GUN in settimana dopo gli episodi al termine della partita con il Waterclub Catania (inibiti anche Punzio e Zappalà per gli etnei). In pratica tutte le gare interne fino alla fine del campionato, a partire dalla nona ed ultima di andata, da disputare in casa, il Volturno le giocherà in campo neutro. Niente Serie B fino a fine stagione per l’impianto del Parco Urbano, dunque. La società sammaritana aveva fatto richiesta informale per disputare le proprie gare a Napoli, a Pozzuoli o a Monteruscello, per non far gravare ulteriormente i costi delle trasferte alle squadre provenienti dalla Sicilia o comunque dal Sud, in quanto il girone 4 di Serie B di pallanuoto comprende 2 campane, 2 pugliesi, 5 siciliane e una calabrese. La Federazione con comunicazione ufficiale ha fatto notare che le gare interne il Volturno le potrà giocare a 150 o più km di distanza da Santa Maria. Le sedi proposte dalla FIN sono state Roma, Ostia, Avezzano, Pescara, Bari, Cosenza e Latina. Un po’ per i costi, e un po’ per andare incontro al Bari, il sodalizio sammaritano ha optato per l’impianto del capoluogo pugliese, anche perché il Taranto gioca lì e Bari è più vicino a Cosenza, squadre che il Volturno dovrà affrontare in casa nel girone di ritorno. Bisognerà vedere, però, se anche le siciliane saranno d’accordo (in ‘casa’ i gialloverdi ospiteranno Polisportiva Pozzillo e Waterpolo Palermo). Insomma, le cose si complicano non poco per gli ‘spartachini’ che devono tener duro per centrare la salvezza. Una mano ai sammaritani l’ha data l’Enzo Grasso che è stato penalizzato di un punto, con ammenda di 500 euro e partita persa a tavolino 5-0 contro il Taranto (in acqua vinta 20-7) per aver schierato Salvo Tranchina (ex tecnico dell’Ortigia Siracusa femminile), tesserato dopo i termini consentiti. Ora la compagine aretusea scende da 11 a 7 punti in classifica in piana zona play-out, facendo respirare proprio il Volturno e il CUS Palermo. Resta, però, da capire se al’Enzo Grasso verrà tolto un altro punto, dato che anche contro il Volturno Tranchina è stato presente in acqua.

Questa è la nuova classifica del girone 4 di B maschile:



Rari Nantes 20

Sikelia Palermo 19

Bari Nuoto 14

Waterclub Catania 13

Cosenza 12

Volturno 10

Cus Palermo 10

Enzo Grasso SR 7* (-3 punti per sconfitta a tavolino, -1 punto di penalizzazione)

Pol. Pozzillo 6

RN Taranto 3 (+3 punti per vittoria a tavolino)


P