Il Coni di Terra di Lavoro ha festeggiato i suoi campioni

Il Volturno premiato al Galà

Si è svolto questa sera al Teatro Ricciardi di Capua il Galà dei Campioni kermesse organizzata dal CONI della Provincia di Caserta, in cui sono stati assegnati i premi a società ed atleti che si sono distinti a livello nazionale ed internazionale in ambito sportivo. Il Galà dei Campioni è il primo dei 3 appuntamenti di fine anno che il CONI organizza, ma è bene ricordare anche i premi Panathlon riservato ai giovani atleti (che si terrà lunedì prossimo) e il Premio CONI – Stelle al merito. A presentare la serata un capuano d’eccezione, Erennio De Vita, colui che muove i fili di Miss Italia e che tante bellezze nostrane ha lanciato in passerella. Ad accompagnarlo il vulcanico presidente del CONI di Terra di Lavoro, Michele De Simone, prima di tutto una persona che vive di Sport e che ne diffonde curiosità e retroscena. Margherita Arciprete, Miss Miluna e concorrente alla finale di Miss Italia 2011 e fidanzata dell’ex calciatore dell’Aversa Normanna Umberto Prisco. Perché Capua? Per festeggiare Ennio Falco, campionissimo di Tiro a volo, oro ad Atlanta ’96, che parteciperà alla sua quinta Olimpiade da titolare. Risultato storico.

Dopo i ringraziamenti e i saluti di rito anche da parte del sindaco di Capua Carmine Antropoli il presidente De Simone ha ricordato che ci saranno almeno 6 atleti ‘casertani’ alle prossime Olimpiadi di Londra, alle quali mancano esattamente 259 giorni, ma che presto potrebbero essere 7 o addirittura 8, più un altro paio di atleti per le Paralimpiadi. Un risultato ottimo per una provincia non troppo grande. “Avremo atleti che nemmeno 2 o 3 regioni italiane assieme riusciranno a vedere a Londra. Lo sport in questo territorio rappresenta un’Eccellenza da valorizzare”, ha spiegato De Simone. Il giovanissimo cantante capuano Pasquale Tedesco, lanciato dal format televisivo Io Canto (presentato da Gerry Scotti) ha dato inizio alla manifestazione cantando l’inno di Mameli. Anche Cosimo Sibilia, presidente regionale del CONI ha mostrato vivo interesse per i successi sportivi di Terra di Lavoro, lodando gli atleti e le società, augurando alla provincia di essere sempre più importante in ambito sportivo.

Mangiacapre, Parrinello e Valentino premiati con i rispettivi maestri

Il primo in ordine di premiazione è stato Angelo Macaro di Piedimonte Matese che ha fatto parte della spedizione italiana composta da tre giovani studenti nell’Accademia di Olimpia. Secondo premiato è stato il Carabiniere (a cavallo, fa parte del reggimento che esegue il famoso ‘carosello’), ma campione di ciclismo Giuseppe Di Crescenzo, recalese: campione Italiano e del Mondo nelle categorie militari. Per la medicina sportiva un riconoscimento è andato al presidente dell’ordine dei medici sportivi di Caserta, Claudio Briganti di Maddaloni che quest’anno ha seguito in Canada le azzurre della nazionale di giannastica artistica, qualificatesi per Londra 2012. Angelo Musone, marcianisano bronzo a Los Angeles ’84 di pugilato ha premiato i boxeur Raffaele Munno dell’Excelsior Marcianise per i successi nella categoria 69 kg (già in rosa Milano Thunder D&G nelle World Series a squadre dilettanti) e il 91 kg Eugenio Indaco. Sempre dall’Excelsior premio per Nunzia Patti, per 2 volte consecutive campionessa di pugilato femminile nei 64 kg. A settembre a Barge (CN) ha vinto il suo secondo titolo italiano. Spazio poi alla pallamano con l’AS Capua ritornata in A2, dopo un periodo di magra e l’ASC Atellana che con le compagini maschile e femmile ha centrato la promozione in A2. Per la scherma è stata premiata dal consigliere federale Luigi Campofreda la Pietro Giannone, società di schermidori che per il terzo anno consecutivo disputa la Serie A1 a squadre. E’ giunto poi il momento del Volturno Sporting Club, con la compagine femminile premiata per la promozione in Serie A1 con la consegna della targa al presidente Tatavitto e con la delegazione formata anche da coach Napolitano, le giovanissime Di Monaco, De Cicco e Pellegrino, dal capitano Masciandaro, da Daria Starace (per lei menzione particolare da Erennio De Vita che ha salutato anche la Ventriglia, che ha partecipato con lui alle selezioni per Miss Italia) e da Louise Guillet. Premiata anche la leggendaria Excelsior Marcianise, prima società pugilistica italiana e campione tricolore a squadre. Innumerevoli i titoli vinti a vari livelli dalla palestra del maestro Brillantino. Il sindaco di Caserta, Pio Del Gaudio, ha consegnato il riconoscimento del CONI alla Des Caserta di patron Tarabuso per il suo terzo scudetto consecutivo nel softball e per i successi di questi anni. Non è mancato un pensiero per Mandy Pongs, giocatrice della Des impegnata in una difficile battaglia contro una malattia. Per lo skeet sono stati premiati il giovanissimo talento, medagliato agli ultimi europei Tammaro Cassandro, nipote di Ennio Falco nel team di Sant’Angelo in Formis e Giancarlo Tazza, oro alle Universiadi di Shenzen 2011 e già campione del Mondo universitario. Il Galà ha riservato, poi, un blocco di premiazioni alle arti marziali con Lucio Maurino, karateca 37 anni di Portico, per i suoi successi internazionali e ad Elio Verde, 24 anni di Trentola Ducenta, che nonostante il suo grave infortunio al ginocchio, potrebbe volare Londra per merito. Premio anche per Francesco Faraldo, anch’egli di Trentola e così come Verde è stato seguito dal maestro Gino Mottola. Ma questo è stato un happening dedicato soprattutto alla Boxe. Boxe che al Teatro Ricciardi ha visto disputarsi numerosi match, anche per l’assegnazione di titoli italiani e non solo. Vittorio Parrinello, Domenico Valentino, Vincenzo Mangiacapre e l’assente Clemente Russo, sono stati premiati in quanto già sicuri di partecipare alle Olimpiadi e per i risultati ottenuti ai mondiali di Baku di quest’anno. Marcianise porterà Valentino, Russo e Mangiacapre, mentre Piedimonte Parrinello. Premiati anche i maestri Corbo della Matesina, Brillantino dell’Excelsior e Munno della Medaglie d’Oro di Marcianise. Momenti di amarcord con il presidente De Simone e il presidente del Comitato di pugilato campano Apa, i ricordi di De Vita legati alla boxe e la celebrazione dei 50 anni di attività della palestra ‘B.Ferrone’ di Capua, con la rassegna di tutti gli ex campioni capuani, due su tutti: Franco Buglione e Mimmo Scala, primo meridionale a vincere un assoluto italiano nel 1971, dal 1930. Riconoscimento anche per De Rosa, l’arbitro Franco Ciminale e il manager Diego Giacobone (storico del pugilato).

Rossella Verde, Miss Bellezza Sportiva e schiacciatrice della New Volley Gricignano

Un premio speciale è andato al decano dei giornalisti sportivi ex ‘Il Mattino’ e ‘Corriere dello Sport stadio’ Franco Esposito, 5 Olimpiadi, 5 mondiali di calcio, poi tantissima boxe, ciclismo, nuoto e pallanuoto sulle spalle, premi vinti coi suioi libri sullo sport e adesso anche la scultura del Dio Volturno dell’artista Marello. Commosso, visibilmente, ha ricordato i ‘vecchi tempi’ con i convenuti ed ha ringraziato il CONI di Caserta per il premio. Così come ha fatto poco dopo la bellissima Rossella Verde, New Volley Gricignano e finalista di Miss Italia, nonché Miss Bellezza Sportiva Campania 2011. Lei, schiacciatrice 20enne del team atellano in Serie B2 si è augurata la promozione per la sua squadra. Per lei un prezioso manufatto in seta di San Leucio. Il gran finale è tutto dedicato ad Ennio Falco che olte alla scultura del Dio Volturno con tanto di riferimento ai 150 anni dell’Unità Italiana anche gli incoraggiamenti delle autorità e del pubblico del Ricciardi per la prossima avventura a 5 cerchi. Falco ha ringraziato promettendo battaglia. Nel mezzo gli intermezzi artistici ancora di Pasquale Tedesco e della scuola di danza Arabesque di Capua. E dopo quasi 3 ore tutti a casa, dopo le foto di rito.

 

Ennio Falco premiato dal sindaco di Capua, Antropoli