Il Volturno ci mette il cuore, la Fiorentina si impone nel finale



Louise Guillet del Volturno, nonostante il rigore sbagliato ha giocato un'ottima gara

Al Volturno non riesce il colpaccio di battere la Fiorentina Waterpolo e finisce per perdere 8-6 nelle battute finali di gara, un gara che si poteva anche vincere. Peccato per le sammaritane di coach Napolitano, ma onore alle ospiti che non hanno mai mollato mentalmente e riescono a portarsi in Toscana 3 punti d’oro. Sugli scudi le difese, ma soprattutto i 2 portieri, Carina Harache (ex Volturno) da un lato e Alessandra Ventriglia (che si considera ‘allieva’ della neozelandese) dall’altra. Un rigore parato a testa, ma anche tanti miracoli tra i pali. Infatti, a parte la freddezza di alcune sue atlete nel finale concitato e ricco di pathos, coach De Magistris deve rigraziare proprio il suo portierone per aver vinto il match.

In avvio di prima frazione regna un certo equilibrio e nessuna delle 2 squadre in vasca sembra trovare la giusta mira, complici anche due buone difese. A rompere gli indugi è la Giuliani e il Volturno si porta avanti. Ribalta il risultato la Menarini Fiorentina con un pallonetto della Corrizzato e con la superiorità sfruttata al meglio da Mila De Magistris, figlia di coach Gianni. La Guillet, altra assoluta protagonista dell’incontro, non sbaglia su rigore, ma la Stortoni (ex Bologna), dopo un errore a tu per tu con la Harache dell’ex compagna di squadra Giuliani, sigla il sorpasso (2-3). Nel secondo tempo la De Simone ristabilisce la parità con l’uomo in più e poco dopo Ventriglia di esalta contro Allegra Lapi e gli para il rigore. Stortoni, però, poco dopo riesce a far suo il pallone dopo una traversa colpita da una compagna e a schizzo riporta avanti la Fiorentina. Un bolide della Valkai a 39 secondi dalla fine del quarto riporta sul pari (4-4) il team gialloverde. Da segnalare un arbitraggio che ha sfavorito in alternanza le 2 squadre, anche se non era facile arbitrare una gara così intensa. Cambio di vasca e ancora assoluto equilibrio, tante parate ed altrettanti errori degli attacchi. Gigliate in vantaggio con Irene Parma in superiorità, ma poi gli arbitri assegnano un rigore per palla sotto della Harache, dopo che la Guillet era già andata in rete dopo aver ostacolato il portiere ospite. A 8” dal termine la francese porte il Volturno sul 5-5. Nell’ultimo quarto il Volturno passa addirittura in vantaggio con Starace che caparbiamente si lancia su un pallone vagante dopo un intervento della Harache . Il pubblico sugli spalti (numerossissimo) si scalda e le fazioni avverse incitano le atlete in vasca. Anche Elisa Casanova (centroboa dell’Imperia e della Nazionale) si appassiona e fa il tifo per le ex compagne, cosa che al contrario non avviene per le ex del Volturno presenti in tribuna. Lapi trova il giusto varco per il 6-6. A 2’22” dal termine viene espulso Napolitano per aver superato ancora una volta l’area tecnica. Poco dopo l’arbitro De Chiara ha ancora qualcosa da dire contro Napolitano, che era fuori dal piano vasca e si attira le proteste del pubblico, anche perché lo stesso trattamento non è riservato a De Magistris dall’altro lato. Giachi fa superare l’impasse portando avanti le ospiti (6-7) e a 49” la Guillet ha la palla del pari su 5metri. Stavolta la Harache, che poco prima aveva salvato sulla Ciampichetti con la testa, indovina l’angolo e devia sul palo il tiro libero della francese (affranta a fine gara per l’errore). Il Volturno recupera, ma fa controfallo con espulsione temporanea a carico. Giachi è brava a trafiggere l’incolpevole Ventriglia e chiude i conti a 14” dal termine. Il Volturno viene sconfitto con onore e con la consapevolezza che è una squadra competitiva. Certo, resta il rammarico per non aver battuto un’ostica Fiorentina, ma la lezione servirà per maturare espierienza anche se la classifica adesso è spaccata in due tronconi e psicologicamente questa sconfitta non sarà facile da assorbire.



Volturno SC-Menarini Fiorentina WP 6-8

parziali 2-3, 2-1, 1-1, 1-3

Volturno SC: Ventriglia, Valkai 1, Guillet 2 (2 rig.), Starace 1, Giuliani 1, Pellegrino, De Simone 1, Ciampichetti, De Cicco, Masciandaro, Ciccariello, Anastasio, Stellato. All. Napolitano.
Menarini Fiorentina: Harache, Mila De Magistris 1, Lavorini, Cannatella, Corrizzato 1, Lapi 1, Stortoni 2, Masi, Settonce, Acampora, Giachi 2, Parma 1, Tortora. All. Gianni De Magistris.
Arbitri: De Chiara e Daniele.
Note: Nessuna uscita per limite di falli. Ventriglia (V) ha parato un rigore a Lapi nel secondo tempo. Harache (F) ha parato un rigore a Guillet nel quarto tempo. Espulso Napolitano (All. Volturno) nel quarto tempo per aver superato il limite dell’area tecnica. Superiorità numeriche: Volturno 2/6 (+3 rigori, 2 segnati e 1 parato), Fiorentina 4/7 (+1 rigore parato). Spettatori 200 circa.