Tufano: “Partita difficile, ma daremo filo da torcere a tutti”

Tufano Antonio del Marcianise

Domenica pomeriggio ore 15:30, allo stadio “Piccirillo” di Santa Maria Capua Vetere andrà in scena la quarta giornata di Eccellenza, con il derbissimo di “Terra di Lavoro” tra Gladiator e Marcianise. I nerazzurri e i gialloverdi non si incontravano in campionato, dal 2001/02, allora serie D, il Marcianise pareggiò al “Piccirillo” per 1-1, mentre il ritorno tra le mura amiche del “Progreditur”  fu il Gladiator a gioire, vincendo per 1-0. Tutti a disposizione per mister Macera, che recupera Guadagnuolo, assente contro il San Nicola per squalifica. Il Marcianise del neo mister Sorianiello affronterà una delle squadre più attrezzate per il salto di categoria, e il gialloverde Antonio Tufano dichiara,  “Sicuramente noi sappiamo che il Gladiator è una corazzata, con una rosa molto importante, con nomi e giocatori di categoria superiore. Domenica veniamo a Santa Maria ad affrontare la gara sapendo che sarà una partita molto difficile per noi, ma se scendiamo in campo con la giusta concentrazione e con la determinazione e la voglia che abbiamo, noi Marcianise, possiamo giocarcela a viso aperto. Undici sono loro e undici siamo noi. E’ vero che la tecnica e il valore del singolo fanno la differenza in una squadra, e ti fanno anche vincere tantissime partite, infatti il Gladiator ne ha tanti di questi giocatori, ma il Marcianise ha un gruppo magnifico, la voglia di fare bene, consapevoli dei nostri mezzi, quindi quello che posso dire, sarà una partita molto difficile per noi, ma daremo filo da torcere al Gladiator ed anche ad altre corazzate che sono partite per vincere il campionato”. Attualmente il Marcianise è in testa alla classifica a quota 7 punti, e Antonio Tufano sottolinea , “Adesso ci godiamo il primato, pur sapendo che le cifre si tireranno alla fine del campionato, ma se siamo li non è un caso. Abbiamo giocato contro una delle favorite domenica, e non siamo venuti meno, anzi abbiamo dominato per 65’, e vincevamo 2 a 0 a 25’ dalla fine della partita, abbiamo sbagliato, perché ci siamo abbassati troppo, concedendo a loro di calciare palla dalla loro metà campo, con lanci che arrivavano nella nostra aria. C’è il rammarico e la rabbia di aver perso due punti, ma la cosa che dobbiamo fare è quella di prendere gli errori che capiteranno durante una partita e migliorarli, appunto quelli contro il Carano, cosi potremmo dire davvero la nostra in un campionato cosi difficile. Poi ripeto se ci mettiamo tutte le componenti che ho elencato prima, il Marcianise può davvero puntare alle prime posizioni in classifica. Siamo una squadra giovane con buoni margini di miglioramento, e sicuramente daremo filo da torcere a tutti. La cosa positiva è che ci sono i play off, e dobbiamo essere bravi ad occupare una di quelle posizioni che ci daranno modo di disputarli”.