Presentato il Progreditur Marcianise

Foto di gruppo per il Progreditur Marcianise

Presso lo storico circolo Us Marcianise si è svolta questa sera la presentazione del Progreditur Marcianise. In un primo momento l’evento era stato organizzato in Piazza Umberto I, ma poi si è scelta la gloriosa sede che ha fatto da unione con il passato e futuro. Peccato solo per l’assenza dell’Amministrazione comunale (presente solo il Sindaco Tartaglione). Il segretario Costantino ha presentato staff societario e tecnico passando in rassegna ogni singolo calciatore. Poi ha preso la parola il presidente D’Anna: “Abbiamo iniziato bene e vogliamo continuare così. Ci attende una stagione intensa, ma con l’aiuto dei nostri tifosi siamo certi che ci divertiremo. L’obiettivo? Arrivare il più in alto possibile”. Poi è stato il turno di Massimo Fusco. Dieci anni fa l’ultima presenza con la maglia del Marcianise, sabato si è ripresentato con un gol: “Quel vizio non l’ho mai perso – ha affermato ridendo – e  mi fa piacere essere tornato qui perchè mi hanno sempre dimostrato calore e affetto. Ai nostri supporters chiedo di starci vicino. Siamo un buon gruppo, vorremmo essere al mina vagante del girone. E si sa che li mine scoppiano e possono essere molto pericolose”. Quindi è toccato al mister Massimo Carnevale: “Ripeto quelo che ho detto sin dal primo giorno. Abbiamo l’obbligo di portare i colori di questo club in alto. Assicuriamo il massimo sempre e dovunque. L’inizio è stato promettente, ma la strada è molto lunga. Le avversarie sono agguerrite e nessuno ci regalerà nulla. Ma siamo pronti alla battaglia e questo è ciò che conta maggiormente”. A chiudere Pino Ciontoli: “Non è un caso che stasera ci siamo ritrovati nel circolo dell’Us Marcianise. Mi legano a quella squadra ricordi bellissimi, indelebili. Far parte di questo progetto è per me motivo di orgoglio pichè conosco molto bene la piazza e sono consapevole che c’è voglia di risalire. Riteniamo di aver allestito un organico competitivo. Chi ben comincia è a metà dell’opera e speriamo di poter seguire la strada intrapresa sabato scorso”.