Ieri sera la festa per la A1 del Volturno femminile



Il Volturno schierato dietro la torta celebrativa della promozione

Il Volturno ha festeggiato le proprie atlete che hanno portato la seconda società più blasonata della pallanuoto in rosa italiana di nuovo in massima serie dopo 3 anni di assenza. Nel caldo della piscina del Parco Urbano di Santa Maria Capua Vetere le ‘Spartane’ sono state premiate dal presidente provinciale del Coni, Michele De Simone e del presidente campano della FIN, Paolo Trapanese, ex pallanuotista ed ex Volturno, con le classiche medaglie celebrative. Nuova promozione e nuova festa per il Volturno, nel suo 30esimo anno di vita (motivo ulteriore per festeggiare un pezzo di storia dello sport italiano e sammaritano) a distanza di poco più di un anno. Due campionati vinti dominando ed anche se non c’è stata una festa celebrativa in grande stile, a causa dell’anticipazione della data, come lo scorso anno, c’è stata lo stesso un’atmosfera di gioia e di calore attorno alla squadra. Una compagine che ha saputo vincere 19 partite su 20, chiudere la finale play-off in gara 2 e segnare 296 gol. Con la sola assenza, per lavoro, di Lorena Gaudiano (la madre ha ritirato la medaglia per lei) tutte le ‘Spartane’ hanno celebrato il loro giorno omaggiate anche dalla presenza del presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi e dall’assessore Giuseppe Russo, che ha assistito all’evento per conto dell’Amministrazione Comunale. Presente alla premiazione anche Ilaria Romano, in rappresentanza di Corpora quale Responsabile Operativa, marchio operante nel settore ortopedico del gruppo Sesat, che quest’anno ha accompagnato come sponsor il Volturno in questa cavalcata vincente. Una grande torta che ha celebrato i 30 anni del club sammaritano e la A1 riconquistata da capitan Masciandaro e compagne ha chiuso la serata con i ringraziamenti di rito di coach Napolitano e i festeggiamenti con i ragazzi di coach Fusco che quest’anno hanno dominato il campionato di C, riportando gli ‘spartachini’ in B dopo diversi anni. Da oggi la parola passa al mercato per puntellare la rosa e fare il definitivo salto di qualità.

 



Le 'Spartane' in posa dopo la premiazione