Parla il Volturno, neopromosso in B di pallanuoto

Un momento della festa promozione del Volturno

Battendo il Pomigliano per 12-9 il Volturno ha conquistato nella vasca amica la promozione matematica in Serie B con una settimana d’anticipo. Grande festa all’impianto del Parco Urbano di Santa Maria Capua Vetere per una serie B che mancava da 5 anni. “Per i miei 60 anni volevo farmi 2 regali – spiega il presidente Tatavitto – e cioè la B al maschile che resta sempre il mio pallino e la A1 femminile. Il primo traguardo è centrato, ma possiamo fare di più anche con la maschile, poiché la lettera B non mi suona bene. Farò tornare grande anche il Volturno maschile”. “Finalmente possiamo dire di aver raggiunto l’obiettivo prefissato ad inizio stagione – commenta, invece, il tecnico Fusco -, sapevamo di avere una delle migliori squadre del girone, ma poi bisogna vincere in acqua. Sono contento per i ragazzi e la società ed ora non ci resta che affrontare il Circolo Villani con la massima tranquillità”. “Grande soddisfazione – ha commentato Napolitano, anche dirigente del club sammaritano – perché dietro questo progetto c’è stato tanto lavoro. Riportare in alto due squadre dopo due retrocessioni dopo un anno e mezzo è una cosa non da tutti. Abbiamo vinto il campionato senza patemi con un buon gruppo. Ha funzionato mischiare alcuni nostri buoni elementi come Pasquariello, Bottega e Tatavitto (che è il capitano) con il blocco ex Sporting Napoli. Oramai quei giocatori sono del Volturno ed è stato fatto un progetto a medio e lungo termine. Appena possibile parleremo con Marco Fusco e vedremo se investire già da subito per una B di elite”.

Il presidente del Volturno, Giuseppe Tatavitto, festeggia per la promozione