Gladiator, pronto il ripescaggio in D

Salzillo Alfonso

Molte voci in questi ultimi giorni si erano diffuse sul futuro della società sammaritana, e si sa, quando le voci iniziano ad essere tante qualcosa di vero c’è. Ciò che molti sostenevano alla fine è risultato essere veritiero, infatti il patron Salzillo ha dato mandato al segretario nerazzurro di presentare domanda di ripescaggio in serie D, e il presidentissimo è stato chiaro anche sul futuro della squadra, “O si farà una squadra degno del suo blasone, oppure il Gladiator scomparirà”.  Queste parole fanno capire come il patron sia stufo di vedere la casacca nerazzurra in Eccellenza, ma allo stesso tempo sono dichiarazioni che suonano come un invito a imprenditori locali ed eventuali sponsor ad avvicinarsi al sodalizio nerazzurro contribuendo quanto prima a riportare il Gladiator come minimo in D. Il patron è da circa dodici anni alla guida del club e molto spesso è stato lasciato solo, quindi è arrivata l’ora di fantomatici imprenditori e offerenti, di presentarsi per costruire un ottima squadra, qualora il progetto ripescaggio non andasse in porto, quanto meno gettare le basi per vincere il campionato di Eccellenza. Questo appello sicuramente servirà per capire chi e quanti ci tengono a vedere la società nerazzurra ai fasti di un tempo. In questa stagione voci si erano diffuse di un ritorno del presidente Natale, ma Salzillo ha chiarito che mai l’ex presidente si è avvicinato per parlare del futuro del Gladiator, nonostante i due spesso si incontrino per Santa Maria. Il patron nerazzurro ci tiene anche a precisare che nonostante sulla sua persona sia piovute numerose critiche, ricorda a tutti che fu lui ha portare la compagine sammaritana in C2 e salvò il club che rischiava di scomparire dalla geografia del calcio. Salzillo insomma è stato chiaro, vuole un Gladiator vincente, starà ora alla classe imprenditoriale sammaritana a fare la sua parte.