Taekwondo: il Benefit fa il pieno nel campionato interregionale

La Benefit festeggia le medaglie conquistate

Sette medaglie d’oro, 3 d’argento, 6 di bronzo e un terzo posto a squadre: questo il bottino conquistato dalla squadra del Benefit Club di Taekwondo nel campionato interregionale di forme categorie junior, senior e master svoltosi al Palavignola di Caserta. I ragazzi del Maestro Fusco hanno fornito un’ulteriore prova del loro valore scontrandosi con le migliori squadre campane e non, portando a casa un risultato molto positivo che forse poteva essere addirittura migliore con un po’ di fortuna in più. A parte le prestazioni veramente impressionanti di Chiara Ribattezzato e Alessandro Zamprotta medaglia d’oro nel Taebek senior femminile e maschile rispettivamente che ben poco spazio hanno lasciato ai loro avversari rimasti indietro con distacchi sconcertanti, le altre medaglie d’oro sono arrivate dai fratelli Oriana e Raffaele Izzo nella 3^ forma junior femminile e maschile rispettivamente, Maurilio Palamita 4^ forma junior maschile, Davide Salvo – al rientro dopo due anni di inattività – nella 3^ forma senior maschile e Carolina Calsolaro nel Koryo. Bravi anche i secondi che per pochi decimi non sono saliti sul gradino più alto del podio: Francesco Dell’Aquila nella 1^ forma junior maschile, Federica Ricciardelli nella 6^ forma junior femminile e Giuseppe Di Monaco nel Koryo maschile master. Infine i terzi classificati: gli esordienti Massimiliano Trifari – con meno di un mese di palestra – nelle 4 direzioni senior maschile e Carlo Mastroianni nella 1^ forma senior maschile, Monia Marasco nella 1^ forma junior femminile, Giuseppe Adorno – anche lui ritornato dopo ben 5 anni di stop – nella 5^ forma junior maschile, Stella Beltempo – tornata dopo 3 mesi a seguito di un infortunio – nella 7^ forma senior femminile e infine il Maestro Nicola Fusco nella Sipjin master maschile. “Un ottimo risultato” – ha commentato il Maestro, riferendosi alle performance dei suoi ragazzi – “anche se potevamo fare e anche avere qualcosa di più. Senza nulla togliere agli altri, tutti bravissimi, anche quelli non andati a medaglia, è doveroso sottolineare le prove di Alessandro Zamprotta e Chiara Ribattezzato che hanno davvero lasciato a bocca aperta tecnici, atleti, arbitri e soprattutto il selezionatore della squadra regionale campana venuto ad accertarsi di persona della loro condizione fisica”. Vero è, infatti, che al momento della loro esibizione il palazzetto è piombato in un silenzio assoluto per poi esplodere in un applauso assordante al termine.