Aversa: svolta o ridimensionamento dei programmi

Il patron Spezzaferri

I conti continuano a non tornare. L’Aversa ha potenzialità da playoff eppure è – 4 da quella quinta posizione che al momento appare una chimera. Colpa dell’attacco, della difesa, di un centrocampo che non sta dando come dovrebbe? Di tutto un po’. Sta di fatto che il presidente Spezzaferri si è stancato di sentire sempre le stesse scuse e dalla parole passerà ai fatti. Il massimo dirigente, dopo aver costretto la squadra a scendere in campo lunedì (cambiando a oggi il giorno di riposo), ha lasciato intendere che nelle prossime tre gare pretende sette punti. “Sono stati fatti investimenti importanti e adesso vogliamo vedere i risultati”. Se non verrà accontentato possibile un ridimensionamento degli obiettivi stagionali dal momento che la salvezza non è in discussione. Non è bastata neppure la pretattica contro la Vibonese (Ercolano non sarebbe potuto scendere in campo a causa di un problema muscolare e poi magicamente l’ariete napoletano era in campo al ‘Luigi Razza’…) e l’1-1 ha mandato su tutte le furie la dirigenza. Il mister, dal canto suo, ha rassicurato tutto lo staff societario difendendo la squadra “sono sicuro che risponderanno con i fatti” ha detto. E intanto domenica c’è  un altro brutto cliente, il Matera.