Scatta il campionato: Maddaloni, guai ad illudersi troppo presto



Mister Gerardo Lieto

Prenderà ufficialmente il via sabato pomeriggio il campionato di C1. Diciotto squadre a contendersi gli onori e nello stesso tempo a condividere gli oneri di un girone campano che mai come quest’anno si preannuncia impegnativo. Ai nastri di partenza due saranno le rappresentati di Terra di lavoro: il Miseria e Nobiltà e il Gladiator. Le neopromosse compagini casertane partiranno con gli stessi obiettivi anche se le potenzialità dei maddalonesi sono differenti. Mentre i nerazzurri sembrano aver perso qualche punto di riferimento rispetto allo scorso anno, i ragazzi del presidente Verdicchio si sono rinforzati con gli innesti di Daniele, Busino e Ventimiglia. Acquisti di spessore che però potrebbero illudere la piazza. La categoria è infatti completamente diversa rispetto alla C2 e le difficoltà saranno maggiori. Le qualità del tecnico Lieto, così come quelle dei giocatori in campo non si discutono, ma inserire il Maddaloni (come più volte fatto in estate da alcuni addetti ai lavori) tra le favorite del torneo appare un azzardo. Nelle tre settimane di preparazione agli ordini di Ottone Amore sono emersi alcuni dati incoraggianti: il Miseria e Nobiltà dovrebbe conquistare senza soffrire la permanenza in categoria. A patto che né la dirigenza né la tifoseria pretenda l’impossibile dal tecnico e gli atleti. Lavorare con la pressione addosso, scendere in campo essendo obbligati a vincere sempre e comunque non è il modo per aiutare la squadra. Fiducia nei loro mezzi e massima comprensione nei momenti difficili, che sicuramente arriveranno,potrebbe invece essere il metodo giusto per continuare la crescita e prepararsi per spiccare il volo verso i campionati nazionali. Allora buon campionato a tutti sperando che le due ‘nostrane’ possano farsi valere come sempre hanno fatto in queste stagioni.