Lega Pro: Più severità dalla prossima stagione

Mario Macalli presidente Lega Pro

Secondo le prime indiscrezioni, sono tante le novità trapelate dalla riunione del Consiglio Federale del 14 maggio. Novità soprattutto per quanto riguarda gli aspetti economici. Continueranno ad esistere i ripescaggi (Macalli ne aveva annunciato l’abolizione), ma le società di serie D che saranno ammesse d’ufficio alla 2^ Divisione dovranno alimentare una cassa a fondo perduto (non più quindi 1 milione di euro di fideiussione) i cui proventi saranno utilizzati secondo decisioni che verranno prese dai Club di Lega Pro. Si prospetta inoltre di aumentare le cifre di garanzia per l’iscrizione fino a 400 mila euro per la 1^ Divisione e fino a 200 mila euro per la 2^ Divisione. Si è poi proposto di fare in modo che ogni Club di Lega Pro debba aprire un conto bancario speciale dal quale la Lega possa attingere per pagamenti sia di stipendi arretrati che del fondo di fine carriera per i dipendenti.

La Covisoc inoltre dovrebbe controllare i bilanci provvisori dei club non solo tre volte l’anno ma ogni 60 giorni e comunicare alla Commissione Disciplinare eventuali irregolarità e proporre punti di penalizzazione anche piu’ forti di quelli attualmente applicati, fino all’esclusione dei Club dai rispettivi campionati.

Per il momento sono solo proposte, ma tutto lascia intendere che si voglia garantire che ai campionati siano iscritte solo società sane economicamente, penalizzando forse anche quelle società che al momento lo sono e che dovrebbero ora sborsare più  soldi per iscriversi ai rispettivi campionati.