Marcianise, che impresa contro la capolista Monterotondo!



Torna subito alla vittoria la Pallavolo Marcianise e lo fa battendo niente di meno che la capolista Monterotondo, 3-2 (26-24, 25-19, 16-25, 20-25, 15-9) ai laziali che però per loro fortuna mantengono inalterato il vantaggio sull’Msc Sorrento che ha perso lo stesso per 3-2 tra le mura amiche ad opera del Montorio. Ma la vittoria dei marcianisani arrivata nell’ultima gara casalinga è resa meno importante perché chiude un’altra stagione sportiva dove però nessun intervento è stato apportato alla “Novelli”, la palestra dell’omonimo istituto magistrale infatti è sempre più fatiscente e soprattutto inadatta ad ospitare categorie nazionali. Il sesto anno di attività consecutiva della società marcianisana ha messo ancor di più in evidenza i limiti strutturali con i quali ci si imbatte giorno dopo giorno e proprio per questo motivo quest’anno si è persa l’opportunità di poter ospitare le finali nazionali dei campionati under 14 assegnati alla provincia di Caserta e quindi vedere l’arrivo di squadre blasonate come Treviso, Modena, Macerata, Cuneo e così via. I motivi? E’ ovvio che non si possono ospitare squadre del genere in strutture dove gli spogliatoi sono poco funzionali e le mura della palestra sono piene di scritte, il tappeto da gioco mai sostituito è ai limiti della praticabilità ed ormai è talmente consumato tanto da dare l’impressione di allenarsi direttamente sul cemento e questo provoca seri danni alle articolazioni degli stessi atleti oppure le gradinate sono in legno ed praticamente a ridosso del campo. Anche due anni fa con la squadra in B1 si è rischiato di non poter ricevere l’omologazione del campo per mancanza di un minimo di requisiti di messa a norma, inoltre le attuali condizioni della palestra non sono certamente un bel biglietto da visita della città che si trova ad ospitare molte squadre di fuori regione. Tante le promesse in merito sia dalle amministrazioni comunali precedenti che da quelle attuali, si è cercato di mettere più volte al corrente della situazione l’attuale assessore al ramo dott. Gerardo Trombetta della situazione ormai insostenibile che mette a rischio anche il futuro della stessa società presieduta da Angelo Sgueglia ormai stanca di dover affrontare queste difficoltà che scoraggiano anche l’operato futuro se non arriveranno interventi concreti. Ora è arrivato il momento di ricevere risposte fattive dall’amministrazione comunale, altrimenti la città che già in passato ha dovuto ad esempio rinunciare alla serie A per il calcio a 5 e le inadeguatezze del PalaMoro, potrebbe ritrovarsi senza calcio ed anche pallavolo e certamente non sarebbe un motivo di vanto dopo la grande crescita dello sport che ha portato la città alla ribalta finalmente per eventi positivi. Intanto la squadra del tecnico Massimo Monfreda concluderà il campionato di B2 girone G sabato alle ore 18 in quel di Terracina, all’andata i laziali seppero espugnare Terra di Lavoro per 3-1 ed attualmente sono in ritardo di soli 2 punti dai biancoazzurri quinti con il Montorio a quota 42. Si punterà eventualmente a raggiungere per onor di gloria il Genzano quarto con tre punti di vantaggio ed atteso dalla trasferta di Baiano.