Aversa-Manfredonia 1-0: la salvezza è ad un passo



Manca solo la matematica ma può dirsi quasi archiviata la pratica salvezza per l’Aversa. Vittoria di misura sul Manfredonia che accende gli entusiasmi del popolo granata. La Normanna si rende pericolosa fin dalle prime battute con Guglielmelli che al 3’ con un tiro dalla distanza chiama in causa Marruocco che si rifugia in angolo. Il vantaggio è però dietro l’angolo. Dopo due minuti, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Arini colpisce di testa, Ferrari tocca il pallone con le mani e l’arbitro assegna senza indugi il penalty. Perna batte forte e centrale realizzando la rete dell’1-0 e la sua undicesima rete stagionale. Il gol mette le ali all’Aversa Normanna che inizia a giocare in modo spumeggiante. Al 10’ Arini prova un diagonale, respinto dal numero uno pugliese. L’assalto granata continua imperterrito ed al 14’ Massimo serve un pallone perfetto a Perna che con un pallonetto prova a superare Marruocco ma la palla lambisce il palo. Dopo appena centoventi secondi ancora una splendida azione della Normanna. Palumbo dalla sinistra crossa in area, sulla palla interviene Chietti che all’altezza del secondo palo serve Perna che dal dischetto colpisce di piatto ma la sfera sorvola di poco la traversa. La reazione del Manfredonia arriva al 21’ con Arigò che spara alle stelle e al 37’ con Maiorino che da ottima posizione non riesce a trovare la coordinazione giusta. Nella ripresa stessa storia: i sipontini provano a colpire in contropiede e Juary inserisce Zolfo al posto di Palumbo per dare maggiore copertura. Al 64’ Pettinari è costretto agli straordinari salvando il risultato su colpo di testa ravvicinato di Ferrari. Proteste veementi da parte dei pugliesi che ritengono che la palla abbia superato la linea di porta. Al triplice fischio la festa normanna. Quarto risultato utile consecutivo per la compagine di Juary che la settimana prossima a Vibo Valentia potrebbe festeggiare con una giornata d’anticipo la salvezza.

 



AVERSA NORMANNA (4-3-3): Pettinari; Balestrieri, Parisi,  Di Girolamo, Mariniello; Arini, Massimo, Palumbo (46′ Zolfo), Chietti (66′ Tovalieri), Perna, Guglielmelli (61’Grieco). A disp.: Cavaliere, Bertoncini, Ciminari, Rinaldi. All. Juary-Foglia Manzillo

MANFREDONIA (4-3-3): Marruocco; Moro Soldera (61’Di Pasquale), Nossa, Carrieri, Sabatino;Vitiello (85’Napolitano), Pirrone, Arcuri; Maiorino, Ferrari, (80’Ferrante), Arigò. A disp.: Fortunato, Parisi, Di Toro, Pisa. All. Bucaro

ARBITRO: Bindoni di Venezia.

Assistenti: Curatoli della sez. di Napoli e Mercante della sez. di Agrigento.
 
RETI: 6′ Perna (rig.)

Spettatori 800 circa, una trentina i tifosi ospiti. Ammoniti: Chietti e Pettinari per l’Aversa Normanna e   Vitiello per il Manfredonia. Recuperi: 1′ pt, 4’st.