Il San Pio nel segno di Pagliuca

Sabato la pantera Pagliuca e’ tornata a segnare con un eurogol da 25 metri strappando l’applauso di un intero stadio ai suoi piedi. Il bomber Pagliuca appartiene a quella categoria di giocatori che spostano l’ago della bilancia, che manda in tilt un’intera retroguardia. La pantera con umilta’ e’ tornata a Mondragone, dopo una fastidiosa lombosciatalgia lentamente sta recuperando la forma migliore per presentarsi nei play off con la fama che lo ha sempre contraddistinto: il cecchino letale per le malcapitate difese avversarie. Le sue 17 perle fin qui realizzate sono un omaggio alla città di Mondragone che lo ha sempre venerato. Il suo obiettivo e’ portare questa squadra nel calcio che conta. E’ l’anno buono per realizzare questo magnifico sogno.

Festeggiato a fine gara da tifosi e compagni la pantera Pagliuca osserva: ”Una buona prestazione, nell’ultima settimana non mi sono allenato perché ho subito un gravissimo lutto familiare. E’ morto mio zio tifosissimo mio e del San Pio. Dedico a lui questo gol e lo porterò nel mio cuore. Son sicuro che da lassù ora mi sta guardando. Un saluto affettuoso a Paolo Filosa e tutta la società perché mi sono stati vicini sempre in questi momenti per me delicati.

I play off

Contento per il mio ritorno al gol e per la prestazione della squadra. Dobbiamo mantenere i nervi saldi e affrontare queste partite dei play off con massimo impegno e serietà. Ci teniamo ad andare in eccellenza

La tua condizione fisica

Già avevo ripreso una minima preparazione poi purtroppo mi son dovuto fermare. Ho ripreso gli allenamenti agli ordini del mister Onorato consapevole che possiamo farcela. Saro’ pronto per i play off al 100%perche’ voglio portare questa città in Eccellenza

L’invito della pantera alla città di Mondragone

Invito tutti i tifosi a seguirci sempre in massa. Se realizzo il mio sogno e quello che era di mio padre penso che lo realizzo con tutta Mondragone perché penso che questa città merita ben altri palcoscenici

Mario Fantaccione