Orrù: “Ad Andria sarà una battaglia di nervi”

Mister Orru' durante l'allenamento di oggi

“Sarà uno scontro diretto in piena regola e faremo il possibile per tornare a casa con un risultato positive”. Questo in sintesi il concetto di Natalino Orrù, vice allenatore del Marcianise che ha diretto giovedì pomeriggio l’amichevole in famiglia. Con Boccolini a Foggia per visionare da vicino una diretta concorrente, l’allenatore sardo ha potuto tastare il polso di una squadra che appare convinta dei propri mezzi: “Attraversiamo un buon momento e lo confermano i risultati. Certo, allungare la striscia positiva sarebbe stupendo anche per il prosieguo della stagione. Siamo però consapevoli che ci attende una battaglia perché il ‘Degli Ulivi’ è uno dei campi più caldi del girone”. Orrù era il secondo di Vullo l’anno della promozione dalla C2. Il Real conquistò un punto incredibile rimontando grazie a Poziello due gol di svantaggio: “Domenica Gaetano non ci sarà – continua  – ma chi prenderà il suo posto non lo farà rimpiangere. Ricordo quel match, fu molto combattuto perché loro si giocavano le residue possibilità di salvezza. Sarà come una finale. E vogliamo vincerla. O almeno non perderla”.