Caffè Toraldo, amarcord Tallarico: “Caserta nel mio cuore”

Tallarico ai tempi di Caserta

Mercoledì al ‘Palamoro’ di Marcianise arriva una Finplanet Fiumicino alla ricerca di punti playoff. Sulla panchina laziale siede Fausto Tallarico, vecchia conoscenza del calcio a 5 di Terra di Lavoro avendo guidato per due anni il Caserta. “Quelle sono state stagioni che non si possono dimenticare – ha detto – e ricordo con tanto piacere e un velo di nostalgia. Riabbraccerò alcuni vecchi amici con cui ho condiviso tante gioie. Due anni a Caserta mi hanno dato tantissimo specialmente dal punto di vista umano e ogni volta che torno da quelle parti è sempre bello”. Al fischio d’inizio però i sentimenti dovranno essere messi da parte perché in palio ci sono tre punti fondamentali per i romani. “Ci giocheremo le ultime speranze – ha precisato il tecnico – perché con sei punti a disposizione tra mercoledì e sabato non dobbiamo sbagliare. Dispiace dover dipendere dagli altri (Ceccano:ndr) ma nell’ultimo mese tra infortuni e indisponibilità ce ne sono capitate di tutti i colori. Nonostante le difficoltà i playoff restano a portata di mano e vogliamo giocarcela”. Dall’altra parte ci sarà un Marcianise appagato per la salvezza raggiunta. Caviglia è in Argentina per la convocazione in nazionale, tornerà invece Manzalli. “Spero che sia appagato – continua Tallarico – perché il nostro compito sarebbe agevolato. Non credo però che ci facciano favori anche perché davanti il loro pubblico hanno sempre offerto ottime prove contro chiunque”. Tra ricordi, presente e futuro il suo imperativo è vincere: “Caserta è e resterà sempre nel mio cuore. Devo però battere il Marcianise e mantenere accesa la fiammella della speranza. Sono convinto che assisteremo ad un incontro equilibrato e combattuto fino alla fine. Lo spettacolo non mancherà”.