Sta nascendo il nuovo stadio Pinto, le rassicurazioni del Sindaco Marino: “Entro un mese vedrete le novità e per il terreno di gioco…”

Il Sindaco di Caserta Carlo Marino

Lunedì sono finalmente iniziati i lavori allo stadio Pinto in vista delle universiadi in programma a giugno. Installato il cantiere per il rifacimento di spogliatoi, tribuna e sala stampa. Soddisfazione da parte del Sindaco di Caserta Carlo Marino che dai microfoni di Stereo 5 Tv ha commentato l’ammodernamento della struttura di Via Medaglie d’oro. “Queste Universiadi ci hanno dato la possibilità di riqualificare lo stadio dando più servizi sia alla società che ai tifosi. E’ stato un duro percorso burocratico e dopo tanta attesa finalmente sono iniziati i lavori. In accordo con la Casertana e l’impresa abbiamo deciso di agire immediatamente sugli spogliatoi, sala stampa e servizi igienici sia della tribuna che distinti. Per trenta giorni la Casertana non giocherà in casa e per noi sarà un grande vantaggio poiché ci sarà il tempo per rifare quegli ambienti che domenicalmente vengono fruiti dai giornalisti e chiaramente calciatori. Poi passeremo allo smantellamento della sud. Per il 30 maggio verranno completati tutti i lavori, compresi sistema wifi destinato ai giornalisti e potenziamento del sistema di illuminazione”. Interventi che però non riguarderanno il manto erboso: “Il terreno di gioco lo condivideremo insieme alla società a fine campionato. Verrà riseminato quando però non ci saranno più partite della Casertana. A tal proposito il rapporto con il presidente D’Agostino è ottimo e abbiamo definito un tavolo tecnico per far diventare la Casertana una vera e propria academy per favorire la crescita dei nostri giovani anche all’interno dei quartieri cittadini”. Le Universiadi consentiranno la riqualificazione anche di altre strutture cittadine: “Tra due settimane – aggiunge il Sindaco – inizieranno lavori di 500 mila euro per il Palavignola e 250 mila euro per Piazza Carlo III dove ci sarà la finale di tiro con l’arco. A giugno arriveranno 1600 giovani con le famiglie che porteranno un grande indotto economico alla città. Ma non è tutto. Al di là delle Universiadi stiamo completando le procedure di appalto ai lavori per il palazzetto di ginnastica artistica e il secondo palazzetto dello sport di basket che realizzeremo a Tuoro”. In settimana verrà discusso con la commissione Universiadi un secondo lotto di 700 mila euro per sistemare ulteriormente il Pinto. Mi riferisco alla sostituzione dei sediolini, una riqualificazione estetica esterna dello stadio. Siamo invece sempre in attesa di conoscere l’esito della richiesta di finanziamenti provenienti dal Coni (copertura dei distinti) che ci consentirebbero di migliorare l’impianto di calcio casertano perché vorremmo far diventare il Pinto un autentico punto di incontro per i cittadini”. Il primo cittadino poi sottolinea la volontà da parte di tutti di migliorare in ottica futura: “Questi lavori permetteranno un afflusso migliore dei distinti dove si accederà solo ed esclusivamente dai tornelli che verranno installati in prossimità della curva sud. A quel punto anche la curva nord potrà essere sfruttata diversamente e probabilmente verrà ampliata la capienza. Il tutto in prospettiva di una Casertana che possa militare in categorie superiori”.