Addio grande bomber, la Casertana piange Marco Fazzi

Marco Fazzi

Addio campione, addio bandiera rossoblù. Si è spento dopo aver combattuto come faceva in campo il bomber Marco Fazzi. A lui sono legati ricordi meravigliosi di un decennio rossoblù. Record di presenze (292) e gol (102). Un grande attaccante, completo, implacabile, beniamino dei tifosi, idolo di una città. Conquistò due promozioni in B con la Casertana, una revocata per il famoso illecito del ’69. Faceva parte di quel famoso tridente da cui nacque lo slogan “Con Minto Fazzi e Cominato si vince un campionato”. E così fu. Era ligure, di Genova, ma si stabilì a Caserta. Persona riservata ma ha continuato a seguire le vicende dei falchetti. Una persona perbene che forse nel corso della sua vita avrebbe potuto anche ricoprire un incarico all’interno della Casertana. Ne è stato il simbolo e tutti oggi ricordano i suoi gol e le giocate. Alla sua famiglia, al figlio Cristiano, apprezzato play di basket anche della Juvecaserta tricolore, vanno le più sentite condoglianze da parte della nostra redazione.

Marco Fazzi qualche anno fa al Pinto