Incidenti tra Montesarchio e Frattese: beneventani estromessi dalla Coppa Italia, annullata la gara di oggi con la Sessana

Nella gara valevole per la prima giornata disputata domenica, al 55’ era scoppiata una rissa tra le tifoserie in seguito all’esultanza provocatoria di Tranfa dopo il 3-0

I tifosi del Montesarchio (foto SannioCalcio.it)
I tifosi del Montesarchio (foto SannioCalcio.it)

Esordio stagionale rimandato per la Sessana del presidente Vrola. Gli aurunci avrebbero dovuto esordire oggi pomeriggio alle ore 16 al ‘Comunale’ di San Castrese contro il Montesarchio per la seconda giornata di Coppa Italia Dilettanti ma la gara è stata annullata per l’esclusione dei beneventani dalla competizione a seguito dei disordini scoppiati nel finale della partita che li vedeva opposti alla Frattese. Nel match valevole per la prima giornata del girone 3 di Coppa Italia disputato domenica 8 Settembre al ‘Comunale’ di Foglianise sembrava procedere tutto per il meglio fino a quando Tranfa aveva messo in fondo al sacco il gol del 3-0 (la squadra di casa  aveva chiuso i primi 45’ sul risultato di 2-0 grazie alle reti di Russo e De Mizio), scegliendo di andare ad esultare sotto il settore occupato dai tifosi ospiti. Un gesto – giustamente punito con l’espulsione dal direttore di gara – che ha inasprito gli animi, suscitando la veemente reazione del pubblico. In pochi minuti, infatti, al Comunale si è scatenato il putiferio. I disordini sono scoppiati dapprima in Tribuna con i sostenitori delle due squadre che sono venuti in contatto scatenando il parapiglia che ha costretto genitori e bambini a scappare in cerca di una zona più tranquilla. Poi i disordini si sono spostati all’esterno dello stadio quando la frangia più calda dei tifosi nerazzurri ha cercato di portarsi nella tribuna dei locali. Alcuni di loro, non potendo accedere dal varco principale, sarebbero riusciti a scavalcare, trovando il contatto con la tifoseria avversaria. Contemporaneamente, poi, qualcun altro avrebbe avviato un fitto lancio di sampietrini che ha costretto le forze dell’ordine ad aprire i cancelli del terreno di gioco per consentire la fuga di genitori e bambini. Negli scontri cinque o sei auto che erano in sosta nei pressi dello stadio hanno subito danni tra cui la rottura di alcuni vetri. Anche l’impianto sportivo è stato danneggiato, in particolare per ciò che riguarda la rete di recinzione che è stata divelta in più. Per oltre un’ora c’è stata tensione con i carabinieri impegnati a lungo per evitare ulteriori contatti tra le due tifoserie .Gli scontri avvenuti al “Comunale” avrebbero costretto diversi sostenitori a ricorrere alle cure mediche presso il pronto soccorso (il presidente del Montesarchio ha subito una ferita al labbro). Le due squadre si erano già affontate a maggio in finale playoff per giocarsi la promozione in Eccellenza. Alla fine l’aveva spuntata la formazione napoletana, ma nonostante tutto i rapporti tra le due tifoserie erano rimasti buoni. Indizi che non avrebbero mai potuto far presagire quanto accaduto sugli spalti del “Comunale”.

Mister Tarantino allenatore della Sessana
Mister Tarantino allenatore della Sessana

In seguito a questi episodi il Comitato Regionale della FIGC Campania ha deciso, con un comunicato pubblicato ieri 10 Settembre 2013) di estromettere i beneventani dalla competizione. Ora si attende il comunicato di domani per verificare se ci saranno sanzioni anche a carico della Frattese. Quindi l’appuntamento per la prima gara giocata dalla nuova Sessana di Achille Tarantino è spostato a sabato prossimo (14 Settembre 2013) per il debutto in campionato che vedrà i gialloblu ospitare lo Sporting Nola