La Casertana crolla nella ripresa, a Catania è un duro ko

 

Marotta ha raddoppiato (Foto Giuseppe Scialla)

CATANIA. Dopo un buon primo tempo la Casertana crolla nella ripresa, ancora una volta per colpa di amnesie difensive. E con Flores Flores, Pinna, e Zito out e D’Angelo (in panchina) non ancora al meglio diventa molto molto difficile per Esposito tentare di riequilibrare l’incontro. Una sconfitta pesante soprattutto nel risultato. Dopo l’uno-due di Carriero e di Marotta, ad inizio ripresa, la Casertana è scomparsa e non è mai riuscita ad impensierire Pisseri.

LE SCELTE. Raffaele Esposito, allenatore della Casertana, voleva confermare l’undici che sette giorni fa ha sconfitto, al “Pinto”, la Virtus Francavilla ma dopo il riscaldamento decide di schierare Cigliano al posto di Mancino. Ancora assenti Floro Flores, Pinna e Zito, torna disponibile il centrocampista D’Angelo che si infortunò nella gara di Potenza. Tre i cambi, rispetto all’ultima gara disputata a Vibo Valentia (e conclusasi 0 a 0), proposti quest’oggi da Andrea Sottil. Dentro dal primo minuto l’ex rossoblu Carriero, Ciccio Lodi e Marotta (che farà coppia con Di Piazza). In panchina Angiulli, Manneh e Curiale.

GARA DI ANDATA. Al “Pinto”, nel mese di ottobre l’incontro terminò in parità, 1 a 1. Al gol di testa di Curiale, nel primo tempo, replicò, a pochi secondi dal termine, Floro Flores.

PRIMO TEMPO. Si inizia con l’annunciata contestazione della Curva Nord rossazzurro, che prenderà posto sugli spalti dopo 20′ dall’inizio della gara. Non si sono persi nulla. Partita scialba, avara di occasioni da gol, giocata a basso ritmo. Le due squadre non vogliono rischiare e il gioco stazione per lo più a centrocampo ove Vacca giganteggia. Al 13’ una conclusione di destro di Marotta termina a lato. Al 34’ un colpo di testa di Blondett, su uno spiovente proveniente dalla destra, non centra il bersaglio. Un primo tempo da dimenticare. Meglio la Casertana che prova a fare la gara, non soffre mai, e riparte appoggiandosi spesso a Castaldo che svolge un gran lavoro.  Il Catania non riesce a costruisce il gioco, è lento e con pochissime idee.

SECONDO TEMPO. Non ci sono cambi. Dopo cinque minuti il Catania passa in vantaggio. Marotta recupera un buon pallone, prova a crossare dalla sinistra ma non ci riesce e decide di mettere palla all’indietro per Di Piazza. Il numero 32 calcia sul secondo palo ove c’è Lodi che al volo serve sottomisura Carriero, zampata dell’ex Casertana e palla alle spalle di Adamonis. I padroni di casa sembrano rinfrancati dal vantaggio e giocano con maggiore coraggio. Al 15’ il Catania raddoppia. Lancio in area di Lodi per Di Piazza che salta Pascali e da posizione impossibile mette al centro per l’accorrente Marotta. L’ex Benevento, tutto solo, non ha difficoltà a realizzare la rete del 2 a 0. I falchetti accusano il colpo. Sottil dopo 21 minuti richiama gli autori delle due reti, Carriero e Marotta, e inserisce Angiulli e Curiale. Con l’entrata di Romano la Casertana passa al 4-4-2. Al 35’ arriva, addirittura, il terzo gol dei rossoazzurri. Parte in contropiede il veloce Manneh, difesa rossoblu impreparata, palla in profondità per Curiale, Pascali sembra in vantaggio ma il capocannoniere dello scorso campionato lo supera e in scivolata supera Adamonis in uscita. Dopo vari cambi Adamonis al 47’ evita il quarto gol respingendo un tentativo ravvicinato di Biagianti.

TABELLINO CATANIA – CASERTANA 3-0

CATANIA: Pisseri; Calapai (dal 41’ st A. Esposito) Aya Silvestri Baraye; Carriero (dal 21 ‘st Angiulli) Bucolo Biagianti; Lodi (dal 41’ st Brodic); Marotta (dal 21’ st Curiale) Di Piazza (dal 32’ st Manneh). A disp.: Pulidori, Lovric, Marchese, Di Grazia, Liguori. All.: A. Sottil.

CASERTANA: Adamonis; Blondett (dal 43’ st Gonzalez) Rainone Pascali Meola; De Marco (dal 23’ st Romano) Vacca Santoro; Padovan Castaldo Cigliano. A disp.: Zivkovic, Lorenzini, D’Angelo, Mancino. All.: R. Esposito.

ARBITRO: Marco D’Ascanio Di Ancona; assistenti E. Montanari di Ancona e S. Teodori di Fermo.

MARCATORI: Carriero al 5’ st, Marotta al 15’ st, Curiale al 35’ st

NOTE: ammonito Blondett; angoli 4-2 Catania; rec.: 1’pt-3’st