Bottioni carica la Juve: “Non soffriamo di vertigini, è bello stare lassù. Domenica contro Salerno una vittoria per rafforzare il primato”

Riccardo Bottioni (Foto Gianfranco Carozza)

La Decò Caserta non soffre di vertigini. Il primo posto in classifica non fa girare la testa ai bianconeri che vogliono consolidare il primato solitario come ammette il play Bottioni. «Assolutamente no. Anzi, quando si vince ci si allena con più piacere e la fatica sembra pesare di meno. Già prima che iniziasse il campionato avevamo questa connotazione – dichiara al Mattino – i risultati che stiamo ottenendo sono il prodotto della voglia del collettivo di non deludere le aspettative. E’ il gruppo a fare la differenza. Siamo una squadra unita e credo che questa nostra caratteristica venga fuori chiaramente». Non ha dubbi il cestista a cui sono state consegnate le chiavi della cabina di regia che condivide con il giovane pari ruolo Galipò per poterlo far rifiatare e nello stesso tempo consentire a coach Oldoini di contare su rotazioni che possano stravolgere i ritmi dell’avversario. «In cima si sta bene, si respira aria buona, questa posizione di vertice si addice alla nostra squadra e non abbiamo nessuna intenzione di dare spazio agli altri». Ma poi Bottioni riconosce: «Siamo stati, e siamo tutt’ora, consapevoli che è un campionato impegnativo; ci inseguono squadre agguerrite e composte da ottimi elementi pronte a proseguire la scalata. Come l’Arechi Salerno che affronteremo domenica al PalaDecò. Abbiamo ancora tante altre partite da giocare e anche chi non è proprio una nostra diretta inseguitrice ha tutto l’interesse a far punti. Quindi non bisogna abbassare la guardia. Mai». Il girone di ritorno si apre dunque con un derby di alta quota, fra due realtà campane che stanno dando vita con le loro prestazioni ad un girone D avvincente. Prima (JuveDecò a quota 28) contro seconda in classifica (Arechi Salerno, 26 punti). L’essenza del prossimo turno è tutta qui, con i bianconeri di coach Oldoini decisi, davanti al pubblico amico, a raddoppiare il vantaggio sull’altra squadra campana, altamente competitiva. I salernitani dal loro canto, puntano ad agganciare i casertani in graduatoria, anche se in favore di Sergio e compagni ha valore comunque la loro vittoria nel girone di andata. Sul campo di Battipaglia, a causa dell’indisponibilità dell’impianto di Salerno, gli juventini s’imposero con il punteggio di 68 a 65 dopo un infuocato tempo supplementare. «Domenica intendiamo replicare – afferma Bottioni – ma senza i cinque minuti aggiuntivi. Non sarà certo facile contenere un avversario che si è rivelato fra le compagini più attrezzate del girone, insieme a noi. Si prevedono 40 minuti dove conteranno i dettagli e avrà la meglio chi riuscirà a capitalizzare i propri giochi e a commettere meno errori. Siamo consci che in casa nostra non possiamo commette- re passi falsi – prosegue Bottioni – dobbiamo conservare la nostra imbattibilità interna e per far questo dobbiamo conquistare la posta in palio. Altissima per noi perché consoliderebbe il nostro primato solitario, ma altrettanto importante per loro».