La Decò Caserta conquista anche Palermo, decima vittoria di fila per i bianconeri

Normann Hassan (Foto Gianfranco Carozza)

Sono serviti 25 minuti di fuoco di Hassan alla Decò Caserta per avere ragione della Green Basket Palermo. I bianconeri in terra siciliana soffrono più del dovuto ad inizio match chiudendo il primo parziale in svantaggio. Poi entrano in gioco le bocche di fuoco casertane che riescono finalmente a regalare punti e divario alla squadra di coach Oldoini. La capolista guadagna 2 punti importanti che, per come si erano messe le cose, hanno un valore inestimabile. Palermo se l’è giocata fino alla fine arrendendosi tra gli applausi dei tifosi di casa. Per la Decò tre quarti da applausi conditi anche dall’esordio di Valentini, autore di 4 punti.

PRIMO QUARTO. Primo canestro messo a segno da Ciribeni ma la gara nei primi minuti vive un grande equilibrio. Bottioni fa 2-4 ma poi Paunovic regala il primo vantaggio siciliano (5-4). Ciribeni, Petrucci e Bottioni portano la Decò Caserta avanti di 5 punti (5-10) ma poi la Green Basket Palermo con 4 punti di Lombardo torna -1 (9-10). Quando Sergio ferma Caronna e ques’ultimo va dalla lunetta e realizza 2 tiri liberi i padroni di casa vanno avanti (11-10). In chiusura di parziale Del Maso trova il 13-10.

SECONDO QUARTO. Punto a punto nei primi 2 minuti di parziale fino a quando Sergio trova il tiro dalla lunga distanza del nuovo vantaggio bianconero (17-18). Ma poi Palermo trova un break importante fino al 25-18 con ben 8 punti di marca siciliana: 3 punti di Del Maso e poi Svoboda e una nuova tripla di Giancarli. Dip riporta sotto Caserta (25-20) ma l’assenza a canestro di Hassan si fa sentire. Paunovic sigla il 26-21 ma poi ecco che si accende la squadra di coach Oldoini: Hassan (eccolo) trova la bomba del -2 e Rinaldi non vuole essere da meno stampando un tiro da 3 che fa esplodere di gioia la panchina bianconera e che vale il nuovo sorpasso (26-27). Time-out Palermo. Rinaldi (ancora lui) riesce a trovare un altro spazio perfetto per sparare da lontano: il tabellone dice 31-35. La Green Basket però è dura a morire: Giancarli e Caronna trova la retina e il 35 pari col quale si torna negli spogliatoi per l’intervallo lungo.

Niccolò Rinaldi (Foto Gianfranco Carozza)

TERZO QUARTO. Le due squadre restano agganciate fino al 45-45 poi Caserta mette la freccia e va a prendersi un vantaggio eccezionale. Apre le danze Hassan da 3 e poi da 2 (45-50). Ancora Hassan con 2 tiri liberi poi Petrucci entra in area e appoggia al tabellone per il 47-54. Sette punti di vantaggio che diventano ben 10 quando Sergio fa scattare dalla panchina i suoi compagni con una bomba che vale il 49-59. Sul 51-61 si chiude la terza frazione e si torna in panchina per la preparazione degli ultimi decisivi 10 minuti.

ULTIMO QUARTO. Del Maso prova a riportare sotto i siciliani (54-61) ma Petrucci rimanda subito al mittente ogni aspettativa di rimonta con una splendida tripla. Si iscrive a referto anche il nuovo arrivato Valentini per il 54-66 e per il successivo canestro del +14 (54-68). Coach Oldoini riceve le prima indicazioni positive dal nuovo innesto. Galipò regala il massimo vantaggio (56-71). Del Maso subisce fallo e mette a segno 2 tiri liberi, poi Svoboda trova il canestro da lontano per il -9 siciliano (64-73). Caserta però commette subito 5 falli e Palermo va in bonus: ogni fallo vale 2 tiri liberi per i siciliani. A tre minuti dalla fine chiamato un fallo tecnico a Lombardo: Ciribeni va in lunetta e trova il 70-78. Il vantaggio torna ad essere di 10 lunghezze quando Ciribeni realizza 2 tiri liberi (70-80). Caserta tiene bene e chiude la gara vincendo 74-84.

 

Andrea Terracciano