Atellano terra felix, due giovani talenti alla corte della Casertana

Del Prete e Romano

Mario Del Prete ed Emanuele Romano, alla corte della Casertana. E’ un momento davvero propizio quello che sta attraversando il calcio Atellano. L’agro Atellano, calcisticamente parlando, è la terra di Lorenzo il “Magnifico” Insigne, tanto per intenderci, ma è terra fertile anche per nuovi talenti che, nel giro di pochi anni potrebbero affacciarsi al calcio professionistico. Mario Del Prete ed Emanuele Romano, di Orta di Atella, centrocampisti ex scuola calcio Real Ortese Calcio e Red Devils, entrambi centrocampisti di quantità e qualità, classe 2005, potrebbero ripercorrere lo stesso cammino del giocatore del Napoli e della nazionale italiana. Grazie all’esperienza, competenza, ma soprattutto fiuto nel procacciare giovani promesse di Michele Aletta( presidente storico della Real Ortese) i due giovani calciatori da qualche ora vestono la casacca rossoblù della F.C. Casertana. Secondo Christian Bromberger: il calcio è oggetto di un’infatuazione pressoché universale, non è soltanto in virtù delle sue qualità drammatiche ed estetiche, ma anche perché rispecchia in modo coerente il mondo contemporaneo proponendone una brutale caricatura. Per giungere al successo, sul campo di calcio come nella vita, occorre infatti conciliare meriti individuali, solidarietà collettiva, fortuna, un minimo di furfanteria – saper trattenere un avversario per la maglia quando occorre – e il favore della giustizia, quella dell’arbitro. Inoltre questo sport di squadra supporta l’affermazione delle identità collettive, degli antagonismi locali, regionali e nazionali. Tuttavia in un calcio quello moderno sempre più in rotta di collisione con la crisi economica mondiale, etica e morale di questo sport, i giovani, in questo caso non è una frase scontata, rappresentato il futuro. Bisogna solo aver il coraggio di farli giocare, di farli sbagliare, di farli crescere, soprattutto investire tempo e professionalità. Con la convinzione che il calcio rappresenta un propellente per il riscatto del territorio di appartenenza uno scudo contro la devianza giovanile, aiutiamo i giovani a crescere. Immaginare un mondo diverso, non costa nulla.

Gaetano Molaro