Derby stregato per la Volalto 2.0, Baronissi sorride al tie-break

Un momento del derby

Grande pallavolo nel derby tra la P2P Baronissi e la Volalto 2.0 Caserta. Ci sono voluti 5 set (tutti combattutissimi) per decretare il vincitore del match: a festeggiare è la squadra di casa ma le rosanero di coach Bracci tornano a casa con un punto e con una prestazione comunque importante. Il derby, si sa, è un match completamente diverso rispetto a tutti gli altri. Ma dalla squadra di patron Turco arrivano comunque segnali incoraggianti anche perché la sfida è stata decisa solamente in un quinto set che ha visto Caserta arrivare fino al 13 pari. Poi due difese eccezionali delle salernitane hanno permesso a Ginanneschi di fare male per il 15-13 definitivo. Tra tre giorni si torna nuovamente in campo: al PalaVignola arriva il fanalino di coda Hermaea Olbia.

PRIMO SET. Primo punto del match di marca rosanero: diagonale di Melli non difesa da Baronissi ed è 0-1. Ed è sempre Melli a regalare subito il +2 con un bel pallonetto (1-3). Arciprete sigla il pari a 6. Il primo vantaggio P2P arriva sull’ace di Cecconello (11-10). Sull’attacco out Caserta ritorna avanti di 2 quando il tabellone riporta 12-14. Il primo tempo di Frigo regala il +3 (14-17) e coach Guadalupi ferma tutto chiamando time-out. A quota 20 ci arriva prima la Volalto 2-0 quando Dascalu spara fuori ed ha tre punti di vantaggio ancora da amministrare. Ricezione perfetta di Ghilardi e tocco magnifico di ‘seconda’ di Dalia: è 24-20. Quattro set point: ne basta uno. Arciprete prova a sfruttare le mani del muro in attacco ma non ci riesce a la sfera finisce out: si gira campo 20-25.

SECONDO SET. Primo doppio vantaggio di Baronissi quando Repice viene murata per il 5-3. Sul successivo 6-3 c’è il primo time-out richiesto da coach Bracci. Caserta non ci sta e torna -1 sull’attacco vincente di Frigo (6-5). Il pari è questione di minuti: Repice ferma Arciprete a muro e stampa il 10-10 che rimette tutto in equilibrio. Si va avanti quindi punto a punto. Sulla pipe out di Perez Baronissi ritorna ad avere due lunghezze di vantaggio (16-14). Che diventano 3 quando la stessa venezuelana spara fuori il diagonale del 17-14 per la P2P. Muro su Cella ed è +4 per le padrone di casa e Bracci si gioca anche il secondo ‘discrezionale’. La Volalto 2.0 cala un po’ anche in concentrazione e Baronissi ne approfitta: 21-15. Perez rompe l’incantesimo passando nel muro ma è troppo tardi per recuperare. Bracci si gioca anche la carta Fucka per Repice ma la squadra di Guadalupi non sbaglia più e con Pistolesi si prende 6 set point. Uno è annullato ma non il secondo: Arciprete trova la linea che delimita il campo e sigla il 25-19. E’ 1-1.

TERZO SET. Partenza sprint per le rosanero del presidente Turco: Perez ha il braccio caldo e passa nel muro regalando subito un +3 (0-3). L’ace di Strobbe permette a Baronissi di ritornare -1 (6-7). Sul 6-8 è costretta ad uscire dal campo Frigo per un dolore al piede: dentro Fucka. La new entry subito molto bene con due punti di fila che valgono l’8-10. Quando Pistolesi spara out in parallela il tabellone dice 9-12. La P2P non molla e punto dopo punto riesce ad accorciare e quindi a trovare il pareggio a 14 facendo infuocare ancora di più il palazzetto. E’ sfida vera. Perez alza un muro spaventoso che chiude ogni angolo all’avversaria: stampata da urlo per il 15-17. Attacco out di Pistolesi (chiamato prima dentro dal primo arbitro e poi ‘corretto’ dal secondo) e sul 15-18 coach Guadalupi richiama in panchina le sue atlete per trasmettere tranquillità. L’ace di Melli chiude (quasi) il parziale: 18-23. Difesa monster di Ghilardi, la palla ritorna nel campo di Baronissi e Pistolesi prova un pallonetto che si perde fuori dal campo. E’ 18-24. La successiva palla va sempre nelle mani di Pistolesi ma questa volta la sfera sbatte contro il muro di Dalia: da ‘4’ la sfera torna in ‘2’ e cade nella parte chiara del rosa del taraflex. E’ punto Volalto 2.0: è 18-25. Vantaggio rosanero.

QUARTO SET. Parte meglio Baronissi: l’ace di Ginanneschi vale il 4-2. Sul 7-3 l’allenatore Bracci ferma tutto e chiama time-out. Al rientro in campo punto direttamente dai 9 metri di Strobbe ed è +5 P2P (8-3). Le padrone di casa arrivano a 10 ed hanno da amministrare ben 6 punti di vantaggio. Dascalu passa nel muro trovando il 13-6 e a metà set coach Bracci vuole vederci chiaro e parlare con le proprie atlete: time-out e voce alta per smuovere capitan Cella e compagne. Caserta prova a rientrare in partita sfruttando anche qualche errore avversario (17-12). Dalia prova a sorprendere la ricezione avversaria battendo in ‘4’ ma la palla si ferma sul nastro e quando la P2P arriva a 20 ha ancora 5 punti di vantaggio sulla Volalto 2.0. Cella e compagne ci credono ancora: 2 punti di fila di Melli e l’errore di Dascalu portano la contesa sul 23-21. Coach Guadalupi chiama time-out. Al rientro in campo Arciprete trova l’angolo in parallela e regala 3 set point alla sua squadra. Ne vengono annullati due ma non il terzo: si chiude 25-23.

QUINTO SET. Arciprete fa subito male: ace ed è immediatamente 2-0 Baronissi. La P2P prova a tenere lontane le avversarie rosanero: si va punto a punto fino al 5-3. Poi ci pensa Perez e quindi l’attacco salernitano out a riportare la contesa in parità (5-5). Sorpasso Caserta quando Cella trova un monster block per il 5-6. La squadra di casa però sfrutta due attacchi lunghi di Cella e gira campo avanti di 2 (8-6). Al rientro in campo ace di Strobbe e Caserta va -3 (9-6). La Volalto 2.0 però è dura a morire: alza il muro e fa male in attacco. Poi sfrutta l’errore di Dascalu ed è 10 pari. La prima squadra a trovare il match point è quella di casa della P2P Baronissi: Ginanneschi trova il 14-13 passando nel muro. Ed è sempre lei, a sfruttare anche le mani del muro, per il punto che vale la vittoria. Finisce 15-13.