L’Irtet Casapulla riprende la sua marcia. Cercola si arrende al PalaVignola

Pronto riscatto per l’Irtet Casapulla, che supera 63-51 l’AP Cercola, ribaltando anche il -6 dell’andata. Al PalaVignola la gara è da doppia posta in palio e la tensione del confronto è palpabile. Cercola mette subito il naso avanti, ma l’Irtet cerca di sfruttare ben presto i mismatch, affidandosi ai lunghi Olivetti e D’Aiello che combinano per 13 punti. I gialloviola surclassano subito i rivali (14-6 al 6’) pur sprecando una miriade di chance per dilatare il divario. Cinque punti in fila di Nacca (inclusa una tripla siderale) danno la doppia cifra di vantaggio ai locali e Guastaferro chiude un break di 16-3 quando si entra nell’ultimo giro di lancette. Una bomba di Piccolo tiene vive le speranze dei vesuviani (21-10 al 10’), anche perché coach Monteforte cambia ben presto diversi uomini, dando fiducia a Lillo e Damiano. Le percentuali da fuori dei padroni di casa sono basse e la zona dei reattivi cercolesi fa il resto. Così, dopo oltre un paio di minuti all’asciutto, è Guastaferro a sparigliare le carte dai 6,75, ripetendosi poi sul possesso seguente (26-12, -6’30”). La gara sembra in discesa per i gialloviola, ma così non è. Come spesso accade, l’eccessiva sicurezza gioca un brutto scherzo a Di Lorenzo e soci che si cullano sugli allori e subiscono la furibonda rimonta del Cercola. E’ Piccolo a dare la scossa ai suoi e con ben 7 punti nel controparziale (2-11) guida la risalita dei neroarancio. Il Casapulla soffre la rapidità sul perimetro dei rivali e la difesa imbarca acqua, mentre in attacco resta all’asciutto dal campo per ben 6’. Così la truppa di Licursi risale addirittura fino al 28-23 al 19’, prima che Nacca metta a referto il canestro del 30-23 che archivia la prima metà di gara.

Al rientro il Casapulla appare più concentrato, stringe le maglie in difesa e recupera una miriade di palloni. Di Lorenzo si sblocca e con Nacca riporta a distanza di sicurezza i dirimpettai (34-23 al 21’). L’AP Cercola però non molla e il pressing del Casapulla a metà campo viene superato agevolmente. I problemi maggiori dei partenopei però sono a livello realizzativo (4 punti in 7’30”), complice la buona prova della retroguardia di casa. Guastaferro e Nacca fanno le prove generali di fuga (41-25 al 23’), anche se la partita vive momenti di empasse notevoli; D’Aiello in vernice è una garanzia e regala il massimo vantaggio ai suoi (45-27, -2’46”). Cercola si sveglia tardi ma con Nappo e Scognamiglio rosicchia qualcosina e chiude al 30’ in ritardo di una dozzina (45-33). Olivetti e D’Aiello provano a chiudere la sfida in apertura di ultima frazione, ma Piccolo sgancia due siluri da 3 e con 8 punti riduce il gap fino al 51-41 (-6’20”). I gialloviola tremano, ma ribattono colpo su colpo. Guastaferro e Nacca rintuzzano gli attacchi dei napoletani, tra le cui file Paone e Nappo non si arrendono (57-48, -1’56”). Le energie dei viaggianti però si esauriscono lì e l’ ‘and one’ di Olivetti, appena entrati nell’ultimo minuto di gioco, serve sia a mettere in ghiaccio il risultato, sia a ribaltare il confronto diretto.

Irtet Bk Casapulla – AP Cercola 63-51

IRTET CASAPULLA

Del Vaglio, Di Lorenzo 3, Guastaferro 13, Olivetti 15, Mastroianni ne, Delli Paoli ne, Coda ne, Damiano, Nacca 15, Avella ne, Lillo, D’Aiello 17. All. Monteforte

 

AP CERCOLA

Minieri, De Luca ne, Gaeta ne, Staiano 4, Campa 3, Fiore, Piccolo 20, Esposito 2, Paone 6, Nappo 9, Scognamiglio 7. All. Licursi

 

ARBITRI: Mogavero e Margarita di Salerno.

PARZIALI: 21-10, 30-23, 45-33

Michele Falco

Ufficio stampa Basket Casapulla