Per la Casertana un amaro addio alla Coppa Italia, mister D’Angelo: “Delusi perchè meritavamo di passare. Rinforzi? Stiamo trovando la nostra identità, non faremo rivoluzioni”

Mister D’Angelo (Foto Giuseppe Scialla)

Eliminazione in Coppa Italia per la Casertana che dopo aver sbagliato una miriade di palle gol ha subito nel secondo tempo supplementare la rete di Talamo. La squadra ci ha messo il cuore, ma non è bastato poichè i limiti negli ultimi venti metri sono davvero evidenti. In sala stampa mister Luca D’Angelo commenta così il ko interno: “Siamo delusi perchè avremmo meritato di vincere. La Paganese è stata più brava di noi sotto porta anche se ha tirato solo due volte, ma il calcio è questo. Costruiamo tanto, creiamo molto ma la palla proprio non voleva entrare. Ho contato sei sette occasioni con traversa, palla salvata sulla linea e molte parate del portiere. Adesso voltiamo pagina e pensiamo solo al campionato. Non nego che nello spogliatoio c’è delusione ma da domani pensiamo solo alla partita col Bisceglie. Inutile parlare ancora di questo ko concentriamoci solo sulla prossima”. Sul mercato dice: “Già non siamo tantissimi e in questo momento non ci possiamo concedere il lusso di mettere da parte nessuno. I rinforzi? Se ne occupa Martone, sa quali sono le nostre esigenze, ma sicuramente non ci saranno rivoluzioni. Non è detto che dovranno arrivare solo over, chi sa giocare a calcio lo sa fare a qualsiasi età che sia un ’96, ’97 o ’98. Ma ripeto non stravolgeremo nulla perchè stiamo trovando la quadratura del cerchio. Chi verrà dovrà essere utile alla causa anche in ottica futura”.