VIDEO – La Casertana cerca la svolta a Cosenza, D’Angelo: “Vorrei una squadra guerreggiante che possa sbloccarsi mentalmente”

Mister Luca D’Angelo

Allenamento sul campo della caserma Garibaldi per la Casertana che oggi pomeriggio partirà alla volta della Calabria dove domani sera affronteranno il Cosenza. Mister Luca D’Angelo ha fatto svolgere una seduta di rifinitura piuttosto lunga (due ore) proprio per sfruttare al meglio ogni secondo a sua disposizione. “La squadra è attenta, viva anche se c’è un evidente momento di difficoltà derivante dai risultati. Ce lo siamo detti, è un blocco mentale che deve passare in fretta, mi auguro già domani sera”.

I falchetti affronteranno una squadra che sta provando a uscire dalla crisi. Un passo avanti l’ha fatto vincendo martedì sera contro la Reggina. Fino alla scorsa settimana però viveva una situazione praticamente identica ai casertani.

“Il Cosenza è indubbiamente una delle migliori formazioni della categoria ma non significa che partiamo con l’idea di difenderci e basta. Faremo la nostra partita dovendo assolutamente limitare gli errori iniziando a migliorare alcune situazioni. Abbiamo avuto poco tempo per provare ma non deve essere un alibi. Andremo in campo per giocare la nostra gara e provarla a vincere”.

Probabilmente ci saranno novità soprattutto dal punto di vista di uomini. “Qualcosa cambieremo – ammette D’Angelo. I ragazzi stanno bene dal punto di vista atletico, quello che ho notato è la preoccupazione del gruppo che da un certo punto di vista è un buon segno perché significa che c’è attaccamento alla maglia e voglia di migliorare, ma bisogna scrollarci di dosso tutta questa negatività”. Il tecnico non nasconde di essere pronto a trovare una situazione del genere al suo arrivo: “Un po’ me l’aspettavo, sono sincero anche perché sotto un certo punto di vista la squadra è giovane e quando subentrano una serie di sconfitte puoi abbatterti. Nello stesso tempo è giusto aspettarsi miglioramenti specialmente dal punto di vista mentale. Vorrei vedere una Casertana più guerreggiante già a Cosenza. Contro il Francavilla l’avevamo provato a fare fino al gol subito, poi ci siamo fermati senza poter reagire. E sicuramente possiamo fare meglio”.