Rispettando i pronostici  della vigilia, l’Hydra Volley Latina ha vinto  la seconda edizione del Memorial Gegè Russo, svoltosi  a Vairano Scalo. I laziali in finale hanno battuto con un secco 3-0 l’Intervolley Foligno. La Romeo Normanna ha chiuso il torneo al quarto posto,  superata dalla Gis Volley Ottaviano nella finale di consolazione. Per i ragazzi guidati da coach Scappaticcio il risultato contava poco. Importante era affrontare formazioni di categoria superiore con il massimo impegno e senza complessi di inferiorità. Così è stato, soprattutto nella semifinale contro il  Latina, persa per 3-2 ma giocata con il coltello fra i denti da Rispoli e compagni. I rossoblù hanno dato filo da torcere alla capolista del girone G della serie B. I primi due set sono volati via lisci per i più quotati avversari, chiusi sul 25-19 e 25-16. Il terzo parziale sembrava, quindi, una pura formalità. Invece, la Romeo Normanna ha iniziato un lento ma costante recupero, che ha portato gli aversani a pareggiare il conto dei set e sfiorare l’impresa. Parziali  vinti dai rossoblù per 25-21 e 25-23. Il 15-5 del tie break conclusivo è il frutto della maggiore esperienza dei  pontini e di un calo di concentrazione da parte dei rossoblù. Nell’altra semifinale i talentuosi giovani dell’Intervolley Foligno hanno avuto la meglio per 3-0 (25-20, 29-27, 26-24) sulla Gis Volley Ottaviano, orfana di tre importanti elementi.  Atleti recuperati nella finale per il terzo e quarto posto contro la Romeo Normanna che, a sua volta, ha dovuto fare i conti con le assenze di D’Angelo, infortunatosi nell’ultima gara di campionato con l’Atripalda, Rispoli, colpito da influenza, e Colella. Coach Scappaticcio, come giusto che sia, dà spazio ai giovani,  consapevole che la differenza di categoria e di esperienza si farà sentire sul parquet. Infatti, i vesuviani, quinti nel girone G della serie B, chiudono il match sul 3-0 (25-20, 25-13, 25-18). Lo stesso risultato  con cui l’Hydra Volley Latina ha superato in finale l’Intervolley Foligno (25-20, 25-15, 25-21). La premiazione delle squadre partecipanti e dei migliori atleti del quadrangolare si è svolta nel ricordo di Gegè Russo. Vincenzo D’Angelo della Folgore Vairano, società organizzatrice del torneo, ha celebrato commosso la figura umana e sportiva di Eugenio. La moglie, i  figli e i  fratelli hanno ricevuto le targhe commemorative, consegnate dal Direttore generale e dal vice presidente della Romeo Normanna, Dino Lastoria e Antonio Lampitella. Un premio speciale, per il  valore affettivo che rappresenta, è stato consegnato al Direttore sportivo dei gialloblù Tonino Marino, allenatore della formazione under 17 dell’Aversa campione d’Italia nel 1983 in cui ha militato il compianto Gegè. Infine, sono stati premiati due atleti della Romeo Normanna: Arturo Rucco, come miglior under 20, e Manuel D’Angelo, miglior under 17.

 















Categorie: Serie C maschile
Editore: Armando SERPE
Direttore Responsabile: Marco FALCO
Condirettore: Raffaele VECCIA
Copyright © 2016 SportCasertano.it - Tutto lo sport della provincia di Caserta.