Un sessano doc alla caccia della medaglia a Rio 2016

Ritorna il rugby nelle Olimpiadi dopo una lunga assenza

L'arrivo di Aristide Guerriero a Rio 2016
L’arrivo di Aristide Guerriero a Rio 2016

Nella notte inoltrata tra venerdì e sabato inizierà l’edizione numero 31 delle Olimpiadi estive che quest’anno si svolgeranno a Rio de Janeiro. Più di 30 sport per l’evento più atteso da tutto il globo terrestre, la spedizione italiana cercherà di bissare il grande successo di Londra 2012 quando gli atleti azzurri portarono a casa ben 28 medaglie. Ma ci sarà un altro italiano, non sarà il solo sicuramente, in lotta per la medaglia, non come atleta. E’ la storia di Aristide Guerriero, ragazzo di Sessa Aurunca, ma oramai brasiliano d’adozione: il giovane ragazzo casertano è attualmente lo Specialista nell’allenamento e condizionamento della forza  della nazionale verdeoro per quanto riguarda il rugby a 7 femminile. Ritorna il rugby tra gli sport olimpici dopo una lunga pausa, l’ultima volta fu nell’edizione del 1924 a Parigi, e toccherà alla nazionale allenata da Chris Neil cercare di ottenere una medaglia per il paese ospitante, un grande onore, ma soprattutto un grande onere per le ragazze brasiliane. Ci metterà tanto impegno sicuramente l’italiano Guerriero che cercherà di aiutare con ogni mezzo, capacità e con la sua professionalità le padrone di casa impegnate nel girone a tre con Canada, Giappone e Gran Bretagna prima dell’inizio, si spera, della fase finale. Non ci sarà il derby del cuore contro l’Italia perchè non ci sarà una nostra nazionale, dopo l’esperienza in Nuova Zelanda Guerriero ha scelto l’esperienza brasiliana per continuare il suo giro del mondo. L’obiettivo di quest’anno è quello di raggiungere una medaglia, magari salire sul gradino più alto del podio, toccherà al sessano doc Aristide Guerriero aiutare a compiere l’impresa.