PARARIGORI DA RECORD. 4 rigori falliti in una gara di C, a 42 anni un ex Casertana protagonista in un primato in Europa



Paolo Ginestra

CARPI – Mai era successo nel calcio professionistico delle Top 5 leghe europee che nella stessa partita fossero falliti quattro calci di rigore. Tre errori erano già capitati in passato, ma quattro mai almeno fino a domenica, quando il record è stato raggiunto, non tra la felicità dei rigoristi, nella sfida del girone B di Serie C tra Carpi e Fermana. Al “Cabassi” l’arbitro Luciani di Roma ha assegnato due penalty per parte, tutti sbagliati, che sono stati decisivi per lo 0-0 finale.

PARTITA DA GUINNES DEI PRIMATI. I primi due alla Fermana, con Neglia che ha sparato alto al 30′ e poi si è fatto respingere il rigore da Pozzi al 52′. Nell’ultima mezz’ora, sono i padroni di casa a conquistare due penalty. De Cenco e Ferretti già pregustavano la gioia del goal ma l’esperto Paolo Ginestra ha tenuto immacolata la sua porta con due respinte decisive. Il portiere ex Casertana ha contribuito da protagonista a questo particolare primato ed allo stesso tempo aggiorna i dati di una stagione strepitosa, di fatti ha parato 6 rigori su 10 in stagione.



ALLA CASERTANA. Più invecchia più diventa forte il portiere marchigiano che a Caserta ha collezionato 37 presenze nella stagione 2016-2017, sotto la guida di Andrea Tedesco e con compagni di squadra come Salvatore D’Altierio, Juan Ramos (ora in Serie A), Ivan Rajcic, Luis Alfageme e Luca Giannone. Dopo l’esperienza all’ombra della Reggia è tornato nella sua terra natia, di fatti gioca da quattro stagioni alla Fermana, con soli sei mesi di trasferimento al Notaresco. L’entusiasmo è enorme, di fatti ha già dichiarato di voler continuare oltre i 45 anni. E questo record non fa altro che stimolare un pipelet che ha collezionato oltre 300 presenze in Serie C, ha vestito le maglie di Milan, Parma, Sassuolo, Livorno e Ternana e che ama volare da un palo all’altro per difendere la propria porta.