L’ex Antonazzo mette in guardia i rossoblù: “Francavilla in un buon momento, se la giocherà a viso aperto. Casertana? Non sempre i più forti vincono”

Angelo Antonazzo

Due anni a Caserta per Angelo Antonazzo che oggi è responsabile del settore giovanile della Virtus Francavilla. L’ex difensore ha un bel ricordo della sua esperienza in rossoblù: “Furono due stagioni molto belle soprattutto il primo in cui eravamo davvero molto forti e dopo una partenza non esaltante vincemmo il campionato classificandoci al primo posto. Fu una bella cavalcata con un gran tifo e tanto entusiasmo”.

Lui segue molto da vicino il campionato di serie C e sulla Casertana di oggi “Non sempre la squadra sulla carta più forte vince. Probabilmente in estate nessuno avrebbe potuto immaginare di ritrovarsi così distanti dai primi posti. Evidentemente qualcosa non è andato per il verso giusto sin dalle prime giornate, ma con una rosa del genere ci sono tutti i presupposti per essere protagonisti in questo girone di ritorno”.

Un girone C che vede la Juve Stabia sempre al comando con mezza serie B in tasca. “Erano partite Catania, Trapani, Catanzaro e Casertana con i favori del pronostico, ma poi si è inserita con merito la Juve Stabia che gioca un calcio spettacolare ed efficace. Hanno fatto investimenti mirati confermando il gruppo dello scorso anno e con pochi ritocchi di qualità stanno vincendo questo torneo. C’è una bella lotta in chiave playoff mentre nei bassifondi ormai la situazione si sta delineando. In generale la qualità di una volta non c’è più e non mi riferisco solo a questo girone. Tra minutaggi dei giovani, riforme e problematiche legate a fideiussioni il livello sta scendendo vertiginosamente”.

Domenica al Pinto arriverà una Virtus Francavilla in crescita dopo le tre vittorie di fila: “Il morale è alto – ammette Antonazzo – e grazie al lavoro del mister e anche ai nuovi rinforzi. La Virtus in questo momento sta riuscendo a concretizzare le occasioni che crea e dietro ha una certa solidità che sta consentendo di raggiungere risultati interessanti. Non sarà una gara facile ma neppure per la Casertana che comunque per il potenziale a disposizione è artefice del proprio destino”.