Volturno la vittoria sfuma sul più bello, Palmiero: “Tre punti buttati via nel quarto tempo. Ora battiamo la Vis Roma”

Fabiola Palmiero

Trasferta amara a Catania per il Volturno che nella seconda giornata del campionato di A2 femminile si è arreso 9-7 in casa della Brizz. 3-2, 0-1; 3-4; 3-0 i parziali di una sfida decisa nell’ultimo tempo. Le reti gialloverdi portano la firma di Palmiero, Pellegrino e Fatone con una doppietta a testa e Riccio. Senza coach Salvatore Napolitano rimasto a casa per un violento attacco influenzale, le sammaritane sono riuscite a restare in partita fino al quarto periodo iniziato addirittura 6-7. Poi improvvisamente il blackout. Sapienza, Vitaliano e Buccheri hanno ribaltato un incontro che sembrava in pugno alle campane. «Siamo amareggiate – dichiara Fabiola Palmiero al Mattino – perché meritavamo di più per quanto fatto vedere in tre tempi. Purtroppo siamo crollate mentalmente nell’ultimo dopo le espulsioni definitive di Fatone e Masciandaro, ci siamo disunite e a quel punto loro con una panchina più lunga sono riuscite a recuperare e vincere».

Palmiero in azione

Un Volturno apparso simile a quello che sette giorni prima aveva ceduto 4-8 al Flegreo, eppure in alcuni momenti la squadra ha reagito alle avversità: «E’ prettamente un problema mentale – continua Palmiero – perché tecnicamente non siamo inferiori alle altre. Questa doppia sconfitta è figlia dei nostri errori, della poca convinzione in zona gol e in difesa. Anche domenica ci siamo divorate occasioni incredibili a un metro dalla porta. Serve una scossa per sbloccarci psicologicamente».

E domenica a Santa Maria Capua Vetere arriva la Vis Nova Roma che è andata a vincere sul campo della Pallanuoto Firenze. «Avversario che conosciamo molto bene – prosegue il centroboa – perché l’abbiamo affrontato recentemente in un torneo precampionato. Perdemmo di due gol ma con una squadra non al completo. Più o meno sono le stesse della passata stagione e probabilmente come noi lotteranno per evitare i playout. Rispetto ad un anno fa abbiamo zero punti dopo due turni e abbiamo l’assoluta necessità di iniziare a vincere».