Aversa-Mondragone, derby con un unico comune denominatore: la salvezza

Le due squadre sono divise da nove punti in classifica

Aldo Papa del Mondragone (foto Mario Fantaccione)

Domenica tornano i campionati dilettantistici dopo la sosta di due settimane e nella seconda giornata del girone di ritorno è in programma uno dei quattro derby casertani, parliamo di Aversa Normanna – Mondragone. Una gara con due squadre alla ricerca di punti importanti per i propri obiettivi, i padroni di casa stanno vivendo una stagione turbolenta con in panchina Leonardo Volturno ed una squadra con l’età media molto bassa, mentre il Mondragone è alla ricerca della salvezza diretta distante solo due punti occupata dal Real Forio. E’ ancora presto per fare discorsi del genere, ma il distacco tra le due squadre è di nove punti con l’Aversa che occupa la penultima piazza mentre il Mondragone la quintultima e viste le norme federali i normanni dovranno mantenere tale distanze per non effettuare un nuovo salto all’indietro. Nella gara d’andata la squadra del patron Spezzaferri riuscì ad uscire dal “Conte” con un buon pari, ma era un altro Mondragone guidato in panchina da Gianni Formicola mentre la “cura Papa” ha dato i suoi frutti con un netto cambio di marcia.  Al “Comunale” di Lusciano domenica ci sarà questo acceso derby tra casertane, obiettivi diversi, ma la stessa voglia di iniziare bene il nuovo anno e dare un volto diverso al 2019.