MARCIANISE CAMPIONE D’INVERNO A +9. Piegata la Maddalonese con lo zampino degli ex calatini

Pasquale Allegretta

MARCIANISE – Marcianise, dove eravamo rimasti? A quattro giorni di distanza dal pareggio per 2-2 contro il Montesarchio, nel discusso recupero dell’8° turno, la capolista affila le armi e piega la Maddalonese con il punteggio di 2-0. Trionfo che permette ai ragazzi di Vincenzo Gallo di salire a quota 39 punti, chiudendo il girone d’andata con nove lunghezze di distacco sul Montesarchio che ha battuto l’Hermes Casagiove ed è salito al secondo posto, scavalcando il Casalnuovo sconfitto in casa dall’Edilmer Cardito. Prestazione coriacea dei biancoazzurri, con i maddalonesi doc ed anche ex di turno, Domenico Pingue e Benito Izzo, autori rispettivamente di due assist ed un goal, mentre risulta ancora decisivo Pasquale Allegretta che chiude il match, dopo che gli ospiti avevano rischiato di pareggiar. Niente da fare, invece, per la Maddalonese che resta sestultima a quota 15 punti ed ha bisogno di una sterzata per portarsi fuori dalla zona calda.

PRIMO TEMPO. Come scritto dal comunicato dell’addetto stampa del Marcianise Paolo Negro “al Progreditur, reso pesante dalla forte pioggia dei giorni scorsi, si affrontano due squadre che vengono entrambe da un pareggio. La Maddalonese contro la Forza e Coraggio mentre il Marcianise capolista contro il Montesarchio nel recupero di mercoledì. Angelo Valerio rispetto a mercoledi inserisce Famiano per Perfetto, Allegretta per Gugliemo e Vertuccio per Pasquale Letizia e conferma il rodato 4-3-3. La partita è molto equilibrata nei primi 15 minuti e possiamo segnare sul taccuino degli episodi rilevanti soltanto il cambio fra Famiano e Perfetto. Il capitano Pietro Famiano è costretto a uscire per un riacutizzarsi del problema muscolare che l’aveva tenuto fermo per qualche giornata di campionato. Nella prima frazione di gioco, la Maddalonese fa girare abbastanza bene la palla ma offende poco e infatti Mormile, portiere marcianisano, non è mai impegnato. Potrebbe andare in vantaggio il Marcianise con Allegretta ma è bravo il difensore ad anticiparlo e per poco non fa autorete e con Perfetto ma il portiere ospite si oppone bene. I primi 45 minuti terminano con un discreto equilibrio ma ai punti i ragazzi del Presidente Gallo forse avrebbero meritato qualcosa in più.

SECONDO TEMPO. Dopo soli 4 minuti dall’inizio della ripresa arriva il goal per il Marcianise con il tandem tutto maddalonese Pingue-Izzo. Assist al bacio del forte centrocampista Pingue di sinistro per Izzo che con un delizioso pallonetto beffa il portiere e porta in vantaggio i suoi. I minuti che seguono il vantaggio locale evidenziano una Maddalonese che spinge per cercare di pareggiare e il Marcianise che agisce di contropiede per congelare la partita ma il risultato rimane bloccato sull’uno a zero. Negli ultimi minuti gli episodi che segnano il match. Prima c’è un miracolo di Mormile su tiro ravvicinato di un calciatore avversario e poi in pieno recupero, Allegretta, spostato da mister Valerio in attacco pone fine alle sofferenze dei marcianisani segnando un grandissimo goal di destro dopo aver superato in velocità un difensore ospite. Da notare il secondo assist su due goal segnati oggi dal Marcianise di Domenico Pingue, vero e proprio talento del centrocampo della capolista. La capolista allunga a 9 le lunghezze di distanze dalla seconda, il Casalnuovo per via della sconfitta di quest’ultima contro il Cardito”.

Tabellino: US MARCIANISE-MADDALONESE 2-0

MARCIANISE: Mormile, Pucino (86’ Giunta), Portente, Delli Paoli, Iovinella, Vertuccio, Izzo, Pingue, Parente (76’ Maietta), Famiano (15’ Perfetto – 46’ Guglielmo), Allegretta. A disposizione: Di Caprio, Letizia Pasquale, Esposito. All. Valerio

MADDALONESE: Cerreto, Farina, Verdone, Ndiaye, Silvestro (80’ Piccirillo), Di Vico, Barletta, Aiello (76’ Desiato), Di Pietro, Verdicchio, Silvestri (80’ Fruggiero). A disposizione: Procino, De Lucia, Sgambato, Napoletano, Portone, D’Angelo. Allenatore: Massimo D’Angelo

RETI: 49’ Izzo (MAR), 92’ Allegretta (MAR)

NOTE: Ammoniti: Portente, Vertuccio (MAR); Ndiaye, Napoletano (MAD). Recupero: 1 pt; 4 st. Spettatori: 350 circa