La Sporting Atellana vivaio di talenti, il presidente Russo: “Tanti ragazzi nel mirino di club professionistici”

SUCCIVO – Non solo “Terra dei Fuochi” non solo roghi, non solo rovine, ma eccellenze che attraverso lo sport quotidianamente combattono una lotta senza quartiere contro il degrado sociale, etico e soprattutto morale dei giorni nostri.  Tutti sono in grado di sacrificare la vita a una società, ma pochi sono in grado di nutrirla e crescerla a dovere. La Asd Sporting Atellana, società impegnata esclusivamente con i giovani, già da qualche anno sta portando avanti in maniera impeccabile un progetto che tende alla formazione di giovani calciatori attraverso regole semplici ma rigide finalizzate a far emergere non solo le doti tecniche ma, soprattutto, la crescita morale dell’individuo. Da una sinergia nata più di tre anni fa con la Juve Stabia, nella persona del suo Direttore del settore, Signor Saby Mainolfi, la Asd Sporting Atellana Succivo, del presidente Salvatore Russo, annovera ad oggi in un settore professionistico come quello Stabiese, ben cinque atleti. Due nel campionato Under 15 di lega Pro, Russo Nicola e Pasquale di Serio, due nel campionato regionale, Criscio e Romilli, e un 2006 Criscio, nell’attività di base delle Vespette. Fiero il presidente Salvatore Russo: “Soddisfazione grande per la Juve Stabia e la Asd Sporting Atellana, e’ l’attento monitoraggio di Club di A per gli atleti della “cantera” Atellana, non a caso, siamo stati ospiti in settimana del Bologna Fc 1909, che ha voluto seguire e valutare le prestazioni di un nostro atleta, Pasquale Di Serio. E non finisce qui, perché tre ragazzini anno di nascita 2007 dal nostro serbatoio giovanile, sono visionati attentamente dalla SSC Napoli Calcio”. Il Presidente Russo continua sulla linea delle collaborazioni con Club professionistici, solo ed esclusivamente per il bene e il sogno di ogni suo singolo atleta. Il numero uno della Sporting Atella: “Ringrazio il Direttore Saby Mainolfi per la grandissima attenzione che mostra ai nostri ragazzi, nonché i genitori degli atleti dei nostri atleti per la grande fiducia che hanno riposto in noi.  Approfitto per augurare un buon anno calcistico a tutti, e anticipatamente un augurio di buone feste natalizie ai Succivesi tutti”. Un Sogno, che lo sport, non è solo un momento di aggregazione che dura il tempo di una partita ma nella sua essenza più profonda. Un insegnamento, o per meglio dire una casa, in cui le giovani leve trovano rifugio dalle insidie della strada. Dare l’opportunità ai giovani di realizzare non la visione onirica di ricchezza, ma l’opportunità concreta di immaginare che attraverso questa disciplina sportiva l’individuo possa migliorare se stesso non solo sotto l’aspetto agonistico, piuttosto, rafforzare la propria integrità morale iniziando a rispettare le regole dello sport. Dalla devastazione sta nascendo un fiore.