Decò Caserta da urlo, il derby è bianconero!

Hassan in azione (Foto Gianfranco Carozza)

La Campania di Serie B di basket ha ancora i colori della città della Reggia. Gara tiratissima: il derby tra Napoli e Caserta non può mai essere una gara come tutte le altre. Ma la Decò di coach Oldoini fa la voce grossa per tutto il match e praticamente domina per buona parte dei 40 minuti prima di complicarsi la vita nell’ultimo quarto rischiando di perdere il match. Ci pensa Rinaldi a mandare la contesa ai supplementari. Partenza sprint di Napoli ma la Decò è dura a morire. La differenza è dalla lunga distanza: le triple fanno esplodere di gioia i tifosi che da casa seguono le sorti della squadra che ha scritto la storia della pallacanestro italiana. Finisce 76-78:successo che consolida il primato in classifica.PRIMO QUARTO. Milani e Dincic portano subito Napoli sul 4-0. Ma viene subito fuori la furia di Hassan che piazza da solo un break impressionante a suon di tripla fino al 4-9. I partenopei non ci stanno e recuperano fino al 9 pari. Poi si va punto a punto. Fino al nuovo break che parte dalla tripla di Hassan (13-15), alla quale fa seguito il tiro dalla lunga distanza di Sergio e chiude Ciribeni. Il primo quarto si chiude con Caserta avanti di 7 (13-20).
SECONDO QUARTO. Altri 7 punti di marca bianconera e la Decò va avanti addirittura di 14 (13-27). Milani e Guarino lanciano la rimonta fino al -7 (29-36). La Ge.Vi. Napoli spinta anche dal pubblico di casa non ne vuole sapere di far andare avanti la squadra di Caserta e il derby è sempre diverso da qualsiasi altro match. Sempre Guarino chiude il quarto con una bella azione in solitaria che regala il quarto a Napoli ma Caserta va negli spogliatoi ancora con un vantaggio di 4 lunghezze (34-38).
TERZO QUARTO. Al rientro in campo è sempre Ciribeni a trovare il canestro e Caserta riesce addirittura ad avere ancora 8 punti di vantaggio sulla splendida bomba di Sergio che vale il 47-55 ma ancora una volta lo strappo non è decisivo. Perché Napoli è vivo e si gioca tutto nell’ultimo quarto. L’ultimo canestro del terzo parziale è di Bottioni che il 51-57.
ULTIMO QUARTO. Dip lancia Caserta sul +7 (51-58) ma Di Viccaro con una tripla regala il nuovo -4 per Napoli. Sembrava assurdo ma il tiro dalla lunga distanza di Guarino regala un nuovo -2 a Napoli (56-58), e non accadeva dal primo quarto. Rinaldi rimette le cose al proprio posto (56-61). La schiacciata di Petrucci porta Caserta ad avere 6 punti di vantaggio ma Doncic con una tripla rimette tutto in equilibrio (61-64). Guarino è indiavolato (il mattatore di Napoli) e con una bella penetrazione sigla il -1 (63-64). Il clima è tesissimo. E lo stesso Guarino subisce fallo e va dalla lunetta: segna un libero. E’ pari a 64. Dincic e Milani mettono la parola fine (quasi) al match: 68-64. Time-out di Oldoini. Al rientro in campo Dip perde palla e restano pochi secondi alla fine del match. Hassan ferma Milani: quest’ultimo va in lunetta e sigla un solo libero (69-64). Ancora time-out Caserta. Al rientro in campo Sergio stampa un clamoroso tiro (69-66) e subisce fallo. Ma in lunetta sbaglia. Finisce così. Tra la disperazione bianconera. Serve una tripla: sul gong salta in aria tutta la panchina e il quintetto bianconero: Rinaldi si guadagna tutto il proprio stipendio con un tiro da 3 da applausi.

SUPPLEMENTARI. Partenza sprint di Napoli: Di Viccaro (da 2) e Milani (da 3) regalano subito un break di 5 punti ai padroni di casa. Rinaldi e Galipò (bomba da 3) portano la Decò -2 (76-74). Sorpasso da urlo al minuto 44: questa volta è Petrucci l’eroe del giorno con una tripla straordinariamente bella che riporta avanti i bianconeri di Oldoini: 76-77. La Ge.Vi Napoli chiama time-out. Galipò subisce fallo in area: due tiri. Ne mette a segno solo uno: 76-78. La gara è ancora viva. Dalla lunetta ci va anche Dincic: ma l’atmosfera è caldissima e l’atleta napoletano fa tremare la mano: due tiri liberi sbagliati. Non ci sono più secondi: Caserta da urlo!

Andrea Terracciano