Spartacus all’ultimo respiro, superato il Battipaglia nel recupero

Lo Spartacus in mischia contro il Battipaglia

Lo Spartacus Rugby Social Club onora al meglio l’esordio casalingo e batte all’ultimo respiro in rimonta un Battipaglia coriaceo e ben organizzato. La compagine di coach Paolisso centra la seconda vittoria su altrettante gare di campionato nel girone Campania-Molise di Serie C2 di rugby superando 14-10 gli ospiti al termine di una vera e propria battaglia giocata per quasi tutto il tempo sotto una pioggia battente, rendendo terreno di gioco ed ovale molto insidiosi. I padroni di casa sono scesi in campo al campo dell’Ex Ciapi di San Nicola la strada con qualche assenza di troppo (capitan Trotta, Viggiano e Rezza tra i tanti). L’avvio è timido e contratto per i giocatori locali che hanno adottato la nuova maglia presentata sabato al Salone Borbonico e firmata Rage. Il Battipaglia dopo una buona pressione iniziale va in meta con Della Rocca, dopo un’azione di forza dei neri battipagliesi. Non va la trasformazione di Maglio (0-5). Lo Spartacus si riprende, ma sbaglia tanto in fase di attacco, complice anche la pioggia battente, ma la voglia di strafare tradisce i ragazzi in maglia color carminio. Al 20’ su una leggerezza difensiva arriva ancora una meta di forza del Battipaglia con Moccaldi, ma senza conversione per il 10-0 ospite. Fino alla fine del primo tempo succede poco altro sotto il diluvio.

Le squadre schierate a centrocampo ad inizio gara

Nella ripresa il Battipaglia ha subito l’opportunità di allungare con un piazzato di Maglio che non centra i pali alti. Lo Spartacus, invece, comincia a conquistare campo e pian piano lima gli errori commessi. Al 60’ Langone lascia in 14 i battipagliesi di coach Vecchio. Al 72’ i padroni di casa si scuotono e trovano la meta con Musone sotto i pali, il che consente la facile trasformazione di Ascione (in campo nonostante i crampi). Il tutto viziato da una serie di brutte giocate ospiti. Si va sul 7-10. Nel recupero poi, dopo una punizione per i locali arriva anche la meta con trasmissione all’esterno per Sardo che si trasforma in eroe di giornata. Ascione da posizione defilata mette ulteriore distanza con gli avversari dalla piazzola e dopo poco la partita termina col risultato di 14-10 contro una delle pretendenti al salto di categoria. I ‘gladiatori ribelli’ salgono a quota 9 punti, gli ‘all blacks’ salernitani a 6.

I festeggiamenti al fischio finale