CASERTANA, TANTI SALUTI ALLA COPPA ITALIA. Un casertano della Juve Stabia punisce i falchetti al “Pinto”

Angelo D’Angelo l’immagine emblematica del match della Casertana (Foto Giuseppe Scialla)

CASERTA – Un casertano fa male alla Casertana e regala la qualificazione alla Juve Stabia. Supplementari fatali alla Casertana, nel primo turno della Coppa Italia di Serie C. Allo stadio “Alberto Pinto” di Caserta, i falchetti del presidente Giuseppe D’Agostino vengono puniti dal goal di Badr Eddin El Ouazni, attaccante maghrebino nato a Piedimonte Matese e residente ad Alife, e dall’ex Serie A Paponi che firmano lo 0-2 a favore delle Vespe. Partita dal ritmo basso, caratterizzata dall’eccessivo turn-over e da una traversa a testa per le due compagini. In diverse fasi del match, i rossoblu hanno dato l’idea di poter vincere ma non hanno mai inferto il colpo decisivo. Spietati, invece, gli stabiesi che, al 9’ del primo tempo supplementare indirizzano la contesa. Per la Casertana finisce anzitempo il percorso nella competizione tricolore, ora bisogna leccarsi presto le ferite e prepararsi al big match di sabato alle 18.30 contro il Catania.

PRE-PARTITA. Luci accese al Pinto per il primo turno di Coppa Italia. La Casertana ospita la Juve Stabia in un derby campano inedito per la competizione. In Via Medaglie d’Oro non si è mai giocato per la Coppa, unici due precedenti a Castellammare (0-0 e 3-0). Entrambi gli allenatori optano per il turn over, soprattutto Fontana che deve pensare alla sfida casalinga contro il Catania. Tra i padroni di casa Gaetano Fontana schiera un 4-3-1-2 con Mancino dietro le due punte Padovan e Chiacchio, giovane classe 2001 cresciuto nel settore giovanile di Clemente Santonastaso. Tra gli ospiti partita da titolare per il casertano El Ouazni, attaccante maghrebino di Alife che è il terminale offensivo del 4-3-3 di Fabio Caserta.

PRIMO TEMPO. Tanti giocatori desiderano usufruire della vetrina di Coppa Italia per mettersi in mostra davanti agli occhi di Gaetano Fontana. Tra questi Mancino che ci prova dal limite: palla deviata in corner (2’). Il primo colpo di scena arriva al 5’ con Rainone che resta a terra senza aver subito alcun colpo. Il difensore, capitano questa sera, è costretto ad uscire per un possibile stiramento: al suo posto entra Pinna (10’). Nel frattempo doppio tiro di Sinani e Stallone che viene murato dalla difesa locale (9’). Da applausi al 12’ l’acrobazia di Mancino che tenta la sforbiciata su cross di Ferrara: buona coordinazione ma mira imprecisa e l’azione sfuma. Occasionissima al 13’ per i falchetti del ds Aniello Martone. In fase di impostazione stabiese, Padovan recupera palla a Castellano, si trova a tu per tu con Venditti e scheggia la traversa con un bolide di sinistro: l’ex attaccante della Juventus si divora il vantaggio. Il ritmo non è elevato, le due squadre battagliano su ogni pallone e non regalano nulla ai rispettivi avversari. Particolarmente vivace tra gli ospiti è Sinani che al 25’ compie una serpentina ed estrae un tiro sbilenco dai venticinque metri. Un giro di lancette e le Vespe pareggiano il conto dei legni. Sul traversone di Schiavi, Sinani anticipa di testa tutti sul primo palo: Adamonis in contro tempo ma la palla si stampa sulla traversa, prima di essere spazzata da Pinna (26’). L’equilibrio persiste, con le manovre offensive che vengono imbrigliate. Azioni frammentarie ed il gioco non decolla. Tra gli ospiti Aktou tenta sortite offensive che non trovano finalizzazione. Tempismo perfetto di Adamonis che, in almeno tre circostanze, anticipa El Ouazni, pronto allo stacco di testa. Zero brividi finali e si torna negli spogliatoi sul punteggio di 0-0.

SECONDO TEMPO. La ripresa si apre con l’ingresso in campo di Castaldo per Chiacchio. Il grande ex di turno si rende subito protagonista di un bel duetto con Padovan, murato dai difensori stabiesi (48’). Dall’altra parte Aktou subisce fallo sulla corsia destro: la difesa rinvia la punizione al limite dell’area, lì dove c’è che Stallone che conclude a volo ma non inquadra lo specchio della porta (52’). Nuova grossa chance al 58’ per i padroni di casa. In seguito ad un rimpallo, la palla di Santoro arriva a Padovan che spizza e mette Castaldo nella posizione migliore per la conclusione: Venditti gli viene incontro e l’ex goleador dell’Avellino calcia di prima, sfiorando il palo. Rischia grosso al 63’ il giovane terzino destro ospite Schiavi che, nel tentativo di rifugiarsi in corner, sfiora il proprio incrocio dei pali. Al 65’ Fontana cerca di dare nuova linfa ai suoi, con l’ingresso di D’Angelo e Romano, al posto di Cigliano e Mancino. E l’allenatore casertano ha ragione della scelta fatta. Su cross di D’Angelo per Castaldo, sponda per Padovan che, in un batter d’occhio, controlla ed esplode un bolide: sfera ad un metro dalla porta (67’). La Juve Stabia abbassa il baricentro ed è la Casertana a tentare con maggior insistenza la vittoria. Poco spettacolo per i tifosi. All’81’ la conclusione di Romano viene deviata in corner, mentre qualche minuto più tardi esce fuori il tiro di Romano. Nei minuti conclusivi non accade nulla, a dimostrazione che le due squadre attendono i supplementari. Ma in pieno recupero, al 92’, c’è la grande chance per chiudere la contesa nei novanta minuti. Altra sponda di Castaldo per De Marco che calcia un missile: Venditti smanaccia in corner. Il risultato non si schioda dal punteggio di 0-0, così si va ai supplementari.

TEMPI SUPPLEMENTARI. Alla prima vera occasione del primo tempo supplementare, la la Juve Stabia passa in vantaggio. Protagonista il “core ingrato” El Ouazni, casertano di Alife, che scarica un destro imprendibile sotto la traversa (99’). Terzo goal stagionale per l’attaccante al primo anno di Serie C, dopo anni importanti in Serie D ed Eccellenza con l’Herculaneum. La replica della Casertana arriva sui calci d’angolo, non sfruttati, ed al 110’ con la conclusione di Padovan terminata a lato. Nel finale la girata di Castaldo viene bloccata da Venditti (118′), mentre la Juve Stabia chiude la contesa al 120′ con il raddoppio dell’ex Parma e Bologna in Serie A Paponi, autore dello 0-2 finale.

Tabellino: CASERTANA-JUVE STABIA = 0-2

CASERTANA (4-3-1-2): Adamonis; Rainone (10’ Pinna), Blondett, Lorenzini, Ferrara (90’ Vacca); De Marco, Cigliano (65’ D’Angelo), Santoro; Mancino (65’ Romano); Padovan, Chiacchio (46’ Castaldo). In panchina: Russo, Zivkovic, Zito, Ciriello, Floro Flores. Allenatore: Gaetano Fontana

JUVE STABIA (4-3-3): Venditti; Schiavi, Vicente, Dumancic, Ferrazzo (90’ Allievi); Stallone (56’ Mezavilla), Castellano, Lionetti (90’ Calò); Sinani (93’ Paponi), El Ouazni, Aktaou (78’ Mastalli). In panchina: Branduani, Cotticelli, Canotto, Marzorati, Troest, Vitiello, Carlini. Allenatore: Fabio Caserta

RETE: 99’ pts El Ouazni (J), 120’ sts Paponi (J)

ARBITRO: Alessandro Chindemi della sezione di Viterbo (assistenti: Daisuke Emanuele Yoshikawa e Giorgio Rinaldi di Roma 1)

NOTE: Ammoniti: Ferrara, Pinna, Blondett (C); Lionetti, Sinani, Castellano, El Ouazni, Venditti, Calò (J). Angoli: 11-2. Fuorigioco: Recupero: 2 nel primo tempo: 5 nel secondo tempo. Spettatori: 2.500 con 250 spettaotir provenienti da Castellammare di Stabia