Batticuore Caserta che espugna Battipaglia e conquista il primo successo dell’anno

Leonardo Ciribeni (Foto Carozza)

Buona la prima per la Decò Caserta che espugna il Palazauli di Battipaglia vincendo 68-65 (14-11; 18-18; 14-14; 15-12; 7-10) contro la Virtus Arechi Salerno. Una prova non proprio esaltante ma a questo gruppo tutto nuovo per ora di più non si può chiedere. Il bel gioco arriverà e per il momento ci accontentiamo dei due punti.

L’emozione gioca un brutto scherzo ai casertani che vanno subito sotto 9-3. Due triple di Rinaldi riequilibrano il parziale (9-9). Alla fine del primo quarto bianconeri avanti 11-13 grazie a Sergio. Nel secondo i canestri di Ciribeni e Petrucci consentono alla Decò di allungare sull11-16. Gli ospiti mantengono le distanze (14-20 con un gancio e una schiacciata di Dip), ma Tortù si accende e riporta in scia la Virtus (20-22). All’intervallo lungo siamo 29-32. Tornano avanti i salernitani sul 33-32 grazie a Leggio ma Diop prima e Ciribeni poi regalano il nuovo sorpasso a Caserta (33-36). Lo spettacolo è quello che è, tanti errori e medie molto basse. Il derby è molto equilibrato con la coppia Tortù-Paci che piazza un break di 5-0 (38-36) ma Caserta non demorde e colpisce con Petrucci e un missile di Hassan. Caserta ha ancora il naso avanti 42-44 (Diop e Bottioni dalla lunetta). L’ultimo spunto è di Diop che mette un possesso pieno tra la Juve e l’Arechi (43-46).

L’Arechi impatta con Diomede e Paci a sette dalla fine (47-47). Caserta riesce a conquistare secondi possessi che Petrucci trasforma in canestri ma Diomede dai 6,75 e Paci siglano il 52-49 al 37’. Ritmo basso e tensione che si avverte nell’aria. Hassan e Diomede con un arresto e tiro infiammano il pubblico e Salerno che resta avanti di uno. A sessanta secondi dalla sirena finale giocata di Hassan che fa quattro punti in un ameno e i viaggianti sono sul 56-58. Diomede pareggia dalla lunetta, Hassan ne fallisce due e gli ultimi tentativi si spengono sul ferro. Si va all’extra time aperti dal canestro di Diomede. Hassan sbaglia e finisce anzitempo l’incontro dopo un antisportivo. Sanna fallisce i due liberi e Salerno getta al vento anche la rimessa a proprio favore. Petrucci e Ciribeni firmano il 60-62, Maggio non ci sta e fa 62-62 ai liberi. Ancora lo scatenato Ciribeni che prima chiude un gioco da tre punti, poi ruba un bel pallone che però i compagni non riescono a trasformare in punti. Petrucci regala a Sanna un pallone che l’ala piccola tramuta in 65-65 con un fallo e canestro. Ciribeni sigla il 65-67 e poi la chiude dalla lunetta. Finisce 65-68, va bene così.

Renzullo Salerno – Decò Caserta 65-68 dts (11-14, 29-32, 43-46, 58-58)
Renzullo Salerno: Tortù16, Melchiorri  ne, Czumbel, Antonaci, Paci 12, Cucco ne, Maggio 7, Leggio 2, Diomede 18, Sanna 10. All: Menduto
Decò Caserta: Galipò, Iavazzi ne, Dip 12, Petrucci 12, Ciribeni 12, Bottioni 6, Rinaldi 11, Aldi ne, Hassan 13, Sergio 2, Barnaba ne, Piazza ne. Allenatore: Oldoini
Arbitri: Spinelli e Silvestri di Roma