Castaldo pronto a prendersi l’eredità di Campilongo. La Casertana finalmente ha una nuova stella in attacco

Campilongo e Castaldo

Un acquisto che ha mandato in estasi un’intera tifoseria. Se n’è parlato per giorni e da ieri Gigi Castaldo è un nuovo attaccante della Casertana. L’arrivo dell’ex Avellino ha fatto stropicciare gli occhi a tutto l’ambiente rossoblù che adesso può davvero sognare una stagione da vertice. Erano decenni che la Casertana non metteva a segno un colpo del genere, calciatori preceduti dalla loro stessa fama per intenderci. In passato ci avevano provato in molti. Baclet e Caturano al primo anno di Lega Pro ma disattesero le aspettative. In D nel ’95 arrivò Pasculli ma a carriera conclusa e a cartucce ormai esaurite. Ecco perchè l’arrivo di Castaldo può essere paragonato a quello di Sasà Campilongo nell’89. Arrivava dal Brindisi e con la fama di bomber. 41 reti in 99 partite di campionato. Non ha bisogno certo di presentazioni chi ha rappresentato la storia della Casertana degli anni novanta. Certo sono ruoli diversi perchè Castaldo per fisicità assomiglia più ad una prima punta (anche se ha le caratteristiche di una seconda) mentre Sasà-gol era lasciato libero dai vari allenatori facendosi sempre trovare pronto sotto rete. Adesso è la volta di Castaldo che ha sì 36 anni ma può dare ancora tanto in un girone C che potrebbe vedere protagonisti i falchetti.