Tredici anni dopo Aversa Normanna in Eccellenza, Spezzaferri: “Iscrizione fatta. Gifuni allenatore? Valutiamo, mentre per la squadra…

Il presidente Spezzaferri

AVERSA – Tredici anni dopo l’Aversa Normanna rimette piede in Eccellenza. La stagione 2004-2005, infatti, fu l’ultima in cui la compagine granata disputò la massima competizione regionale. Da allora il team del presidente Giovanni Spezzaferri iniziò la sua cavalcata inarrestabile verso il professionismo, con i tre anni di Serie D e la promozione in Serie C2 del 4 maggio 2008. Sette anni di fasti per tutta l’Italia, di cui cinque nell’allora Seconda Divisione della Lega Pro e poi due nella Lega Pro Unica, ora ritornata ad essere chiamata più familiarmente Serie C.

ISCRIZIONE E QUESTIONE STADIO. Dopo i tre anni di Serie D e l’amara retrocessione dello scorso maggio, la Normanna riparte con l’ambizione di riportare in alto il nome del glorioso club aversano. Tredici anni dopo si ritorna in Eccellenza, con il primo passo ufficiale compiuto ieri, così come rivela il presidente Giovanni Spezzaferri: “Ieri mattina ho firmato tutta la documentazione che è stata portata al Comitato Regionale Campania dal segretario. Ripartiamo dall’Eccellenza ed ora siamo al lavoro per programmare la stagione. Prima di tutto c’è da constatare la questione dello stadio “Augusti Bisceglia”. Nonostante sia il nostro fortino, per numerose gare dell’anno saremo costretti a giocare altrove, in virtù dei lavori di restyling indetti per le “Universiadi” del 2019. Giocheremo, quindi, allo stadio “Comunale” di Lusciano, struttura di cui deteniamo la gestione”.

L’ALLENATORE. Il massimo dirigente aversano rivela che è in fase di allestimento la rosa: “Tonino Caso svolgerà il ruolo di responsabile dell’area tecnica. In questi giorni si sta valutando il nome del nuovo allenatore, che però ancora non è stato scelto. Ho letto il nome di Ferdinando Gifuni, ma al momento non v’è certezza. So che ci sono stati dei contatti, ma di questo se ne sta occupando Caso. In merito alla squadra si parte, invece, dalla conferma di tanti giovani di belle speranze, come Antonio Granata, Giuseppe Giordano, Alessio Ritieni, Ernesto De Muto mentre un capitolo a parte lo merita il giovane difensore centrale classe 2000 Alessandro Gargiulo che è stato attenzionato da club di categoria superiore. E’ una nostra risorsa e vorremmo dargli l’opportunità di crescere”.

ACQUISTI E RIENTRI DAI PRESTITI. In conclusione Giovanni Spezzaferri indica l’obiettivo ed alcuni movimenti: “Arriveranno due, tre rinforzi esperti di categoria. Ovviamente ci confronteremo con l’allenatore, così da capire quali sono i tasselli che mancano allo scacchiere. Il direttore Caso sta valutando alcuni ragazzi classe 2000, mentre torneranno dai prestiti due ragazzi interessanti come il portiere classe ’98 Giovanni Scognamiglio dall’Insieme Ausonia dell’Eccellenza Laziale e il terzino classe ’99 Igino Osvaldo D’Ambra, reduce dalla vittoria del campionato di Promozione con l’Albanova. Obiettivo? Da circa tredici anni che non facciamo l’Eccellenza, quindi non conosco bene il contesto, però di sicuro vogliamo fare un campionato di medio alta classifica”.