La Romeo Normanna supera il Cinquefrondi, la gioia di Vetrano: “Vittoria sofferta ma meritata”

Vetrano festeggiato dai compagni al termine della gara

È stato il più bel match visto quest’anno al Palajacazzi, quello fra Romeo Normanna Aversa e Jolly Mandor Cinquefrondi. Un 3-0 grazie al quale i gialloblu pareggiano i conti delle partite, dopo l’identico risultato subìto in Calabria. Tutti e tre i set sono stati equilibrati, con sorpassi e controsorpassi, mai una squadra ha preso il largo in maniera netta. Spettacolo assicurato per il numeroso pubblico, che ha festeggiato la vittoria dei padroni di casa con un lungo applauso. «È stata una sofferenza – afferma uno dei protagonisti dell’incontro, il centrale Gavino Vetrano – ma alla fine la nostra vittoria è stata meritata». Sabato 19 maggio la decisiva gara 3 a Cinquefrondi. Chi vincerà affronterà nel prossimo turno dei play-off la Sama Portomaggiore (FE).

PRIMO SET – Subito l’allungo degli ospiti, che vanno sul +3 (1-4). I gialloblu commettono diversi errori in battuta, ma rimangono alle costole del Cinquefrondi, che si mostra forte in ricezione e a muro (10-13). Il punteggio non si schioda dal +3 per i calabresi, mentre i padroni di casa continuano nella serie di errori alla battuta (14-17). Quando la Jolly Cinquefrondi porta a quattro le lunghezze di vantaggio, la panchina della Romeo Normanna chiama il primo time-out della partita (15-19). La strigliata dà il suo effetto, i gialloblu accorciano le distanze a -2 (19-21). Ora è Cinquefrondi a chiedere la sospensione. Manuele Mandolini si esalta e porta in parità gli aversani, con due potenti diagonali (21-21). Si lotta punto a punto, sino all’ace di Gavino Vetrano, che permette alla Romeo di ottenere il set-ball. Set chiuso 25-23 grazie al muro di Luca Testagrossa.

SECONDO SET – Inizio del set equilibrato, sino all’8-6 per la Romeo Normanna ottenuto con il servizio di Bobo Corti che bacia la linea di fondo. Il +2 rimane tale sino a quando Laganà va alla battuta per Cinquefrondi. Due ace consecutivi e punteggio di 13 pari. Ancora fallosi e incostanti i gialloblu nel fondamentale del servizio. I calabresi ne approfittano per portarsi, a loro volta, sopra di 2 (13-15). Ancora parità, grazie al bolide di Bobo Corti, il più preciso dei suoi in battuta (16-16). Primo tempo di Manuele Mandolini e nuovo doppio vantaggio della Romeo Normanna, ma Cinquefrondi non molla e impatta sul 20-20. Nei momenti cruciali del match i gialloblu trovano la qualità a muro. Gavino Vetrano diventa invalicabile, per il 23-21 dei padroni di casa. Ma non basta, l’equilibrio torna padrone di questo set (23-23). Si va ai vantaggi. La battuta flottante di Vetrano e l’errore in difesa di Cinquefrondi mettono fine ad un incertissimo secondo set (26-24).

TERZO SET – Break iniziale per la Romeo Normanna Aversa (4-2), ma gli ospiti prima pareggiano, poi restituiscono il favore (4-6). Il settimo punto per la Jolly Cinquefrondi è causa del time-out chiamato dai gialloblu. L’inseguimento si concretizza sul 10 pari, dopo una conclusione dei calabresi ampiamente fuori. Il punto a punto rimane una costante del match, ma la Romeo Normanna ottiene il +2 grazie al suo migliore fondamentale. Muro a tre ed è 16-14, ma si ripete l’andamento di inizio set (17-19). Ventesimo punto dei calabresi, con la Romeo Normanna che chiama il secondo time-out. Ripresa del gioco con Manuele Mandolini al servizio e ritorno al punto di partenza (20-20). Ancora due muri consecutivi di Gavino Vetrano danno il là all’ennesimo allungo dei gialloblu (23-21), puntualmente impattato dalla Jolly. C’è il diagonale di Bobo Corti per il primo match-ball, ma i dodici in campo hanno deciso che di voler continuare a divertirsi (e divertire). Ancora vantaggi. Se un finale favorevole alla Romeo Normanna doveva esserci, non poteva essere diverso da ciò che è stato. The wall Gavino Vetrano, per il conclusivo 26-24.