L’Irtet Casapulla promossa in C Gold! Stabia domato all’overtime

L’Irtet Casapulla

A due anni distanza dalla vittoria di Torre Annunziata, l’Irtet Casapulla compie un’altra impresa, ottenendo la promozione in serie C Gold, vincendo al fotofinish gara-3. Ora come allora a decidere a fil di sirena è Dario Di Lorenzo, che con 10” ancora sul cronometro riesce a trovare nel traffico il fondo della retina con un layup da manuale.

Ma riavvolgiamo il nastro: al PalaVignola, colmo di sostenitori di entrambe le compagini, la gara vive di sprazzi su ambedue i fronti: Nacca e Di Lorenzo a suon di triple provano a scardinare il fortino stabiese, Mandarino ha un grande impatto e chiude con 7 dei suoi 13 punti la prima frazione, mentre Vergara viene fermato spesso e volentieri con le cattive e dalla lunetta mette fieno in cascina per i viaggianti. Nacca ed Olivetti tengono in scia l’Irtet, Mascolo prova nuovamente a far scappare le Vespe con una tripla, ma Coda risponde dai 6,75 e archivia sul 17-18 la prima pausa. La NPS si mostra però più pronta in attacco e con Vergara, Attianese e Mandarino allunga fino al +8 (20-28 al 14’) nella frazione seguente. Olivetti e D’Aiello tengono botta, Del Vaglio trova il primo centro della serata, ma Marino è una spina nel fianco della retroguardia casapullese e ben spalleggiato da un positivo Attianese sotto le plance porta Castellammare all’intervallo lungo sul 27-34.

Nella ripresa è Nacca a caricarsi sulle spalle il Casapulla e con ben 16 punti (e 3 siluri dall’arco) firma aggancio e sorpasso dei padroni di casa, che hanno in Di Lorenzo una valida alternativa. Il 44 gialloviola è indemoniato e crivella da ogni posizione la retina dei litoranei, visibilmente in difficolta su ambo i lati del campo e che si aggrappano per lo più a Vergara. Incarnato tiene in scia la NPS e al 30’ è 47-44 Casapulla. Lo Stabia appare però ringalluzzito e innesta le marce alte, conquistando una marea di liberi contro la svogliata difesa dei casertani.  Mandarino e Vergara combinano per 12 dei 13 punti degli ospiti, che volano sul 49-55 al 36’, mentre l’Irtet ha solo un canestro dal campo di Avella dalla penultima sirena in poi. Tocca a Di Lorenzo (quattro punti in fila) e Nacca (tripla) rimettere a posto la situazione ed a meno di 30” dalla sirena Nacca va in lunetta, fa 1/2 e impatta a quota 57. Il match-ball è nei polpastrelli di Mascolo, ma la conclusione dell’esterno viene sputata dal ferro.

Si va così all’overtime: Marino segna subito, Di Lorenzo e l’mvp Nacca (29 punti a fine serata) ribaltano tutto dalla lunetta ed un contropiede di Olivetti a -3’30” vale il 62-59. La gara vive di errori e nervosismo, vista la posta in palio, cosicché da un recupero dei casapullesi nasce un sanguinoso turnover nell’ultimo giro di lancette del supplementare. Del Sorbo pareggia i conti dalla lunga distanza e coach Monteforte si gioca l’ultimo timeout con ancora 10” da disputare. La rimessa va nelle mani di Di Lorenzo, che buca la retroguardia napoletana e sulla sirena fa nuovamente esplodere l’entusiasmo della grande famiglia del Basket Casapulla, regalando una promozione che sembrava oramai sfumata dopo il tonfo interno di della gara iniziale dei barrages.

Irtet Bk Casapulla – NP Stabia Castellammare 64-62 d1ts

IRTET CASAPULLA

Di Lorenzo 17, Olivetti 9, Del Vaglio 2, D’Addio, Borriello ne, Delli Paoli ne, Coda 3, Damiano, Nacca 29, Avella 2, Lillo ne, D’Aiello 2. All. Monteforte

 

NP STABIA

Chirico, Del Sorbo 3, Federico, Attianese 6, Incarnato 3, Dobrev ne, Mascolo 6, Vergara 20, Marino 11, Di Martino ne, Mandarino 13. All. Pischedda

 

ARBITRI: Sabatino e D’Andrea di Salerno.

PARZIALI: 17-18, 27-34, 47-44, 57-57

Michele Falco

Ufficio stampa basket Casapulla